Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), LUNEDì 04 LUGLIO 2022

Torna su

Torna su

 
 

Catturato in Spagna, il boss della ‘Ndrangheta Vittorio Raso Considerato un personaggio di spicco della criminalità organizzata calabrese radicata a Torino, era latitante dal 2020

Catturato in Spagna, il boss della ‘Ndrangheta Vittorio Raso Considerato un personaggio di spicco della criminalità organizzata calabrese radicata a Torino, era latitante dal 2020

Catturato in Spagna il boss Vittorio Raso, considerato un elemento di spicco ‘Ndrangheta. Finito in manette in Spagna, dopo due anni di latitanza. Soprannominato l’Esaurito, 43 anni, è stato fermato nel corso di un controllo stradale di routine, mentre guidava con documenti falsi  nel municipio catalano di Castelldefels, in Catalogna. A riportarlo è il quotidiano El Pas.
Raso era stato arrestato una prima volta nell’ottobre del 2020 a Barcellona. Contro di lui, sul mandato europeo di cattura, comparivano vari reati: associazione per delinquere di stampo mafioso, traffico di sostanze stupefacenti, ricettazione, detenzione illecita di armi e usura aggravata dal metodo mafioso, considerandolo un personaggio di spicco della ‘ndrangheta calabrese radicata a Torino.
A gennaio di quest’anno, la polizia italiana ha sequestrato in un garage di Nichelino (Torino) oltre 400mila euro in contanti, insieme a orologi Rolex e gioielli dal valore di oltre 200mila euro, un «tesoro» attribuito proprio a Raso.