Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), GIOVEDì 20 GENNAIO 2022

Torna su

Torna su

 
 

Candeloro Imbalzano: “Necessario un piano per il rilancio di bergamotto e agricoltura”

Candeloro Imbalzano: “Necessario un piano per il rilancio di bergamotto e agricoltura”

La drammatica condizione dell’agricoltura calabrese e reggina, in particolare del settore agrumicolo della Piana di Gioia Tauro dopo la catastrofica stagione 2009-2010 che ha visto la quasi totalità degli agrumi (soprattutto arance e clementine) lasciati marcire sugli alberi per totale discontinuità nel raccolto, impone una rinnovata attenzione da parte degli organi Istituzionali regionali”

Candeloro Imbalzano: “Necessario un piano per il rilancio di bergamotto e agricoltura”

La drammatica condizione dell’agricoltura calabrese e reggina, in particolare del settore agrumicolo della Piana di Gioia Tauro dopo la catastrofica stagione 2009-2010 che ha visto la quasi totalità degli agrumi (soprattutto arance e clementine) lasciati marcire sugli alberi per totale discontinuità nel raccolto, impone una rinnovata attenzione da parte degli organi Istituzionali regionali”

 

 

REGGIO CALABRIA-“La drammatica condizione dell’agricoltura calabrese e reggina, in particolare del settore agrumicolo della Piana di Gioia Tauro dopo la catastrofica stagione 2009-2010 che ha visto la quasi totalità degli agrumi (soprattutto arance e clementine) lasciati marcire sugli alberi per totale discontinuità nel raccolto, impone una rinnovata attenzione da parte degli organi Istituzionali regionali”.
È quanto afferma il consigliere regionale Candeloro Imbalzano della lista “Scopelliti Presidente”, commentando le audizioni in Commissione Bilancio delle associazioni produttive agricole del settore (la seduta è tutt’ora in corso). “In particolare – continua Imbalzano – si richiede un congruo intervento per favorire la commercializzazione dei prodotti agrumicoli della Piana stessa, utilizzando sia il PSR che, eventualmente, anche i fondi FAS. Ma non solo; riteniamo, altresì, necessario corrispondere le risorse richieste per agevolare l’accesso al credito delle aziende agrumicole calabresi”.
Sul presupposto “che non si possono abbandonare al loro destino ben 8000 ettari di fertili agrumeti e migliaia di famiglie che, per decenni, hanno tenuto in piedi l’intera economia dell’area pianigiana”,  Imbalzano sottolinea “la necessità di dare esecuzione ad un piano di rilancio del bergamotto e dei suoi derivati, che contempli anche la ristrutturazione dell’attuale situazione debitoria del Consorzio del bergamotto”.