Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), MARTEDì 16 LUGLIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Calabria, contributi ai Comuni in dissesto idrogeologico

Calabria, contributi ai Comuni in dissesto idrogeologico

| Il 20, Dic 2010

Scopelliti: “I contributi concessi consentiranno ai Comuni e alle Province di riacquisire almeno una parte delle somme stanziate”

Calabria, contributi ai Comuni in dissesto idrogeologico

 

Scopelliti: “I contributi concessi consentiranno ai Comuni e alle Province di riacquisire almeno una parte delle somme stanziate”

 

(ASCA) CATANZARO – ”I contributi concessi con gli esigui fondi resi disponibili dall’Opcm consentiranno ai Comuni ed alle Province, che hanno operato sul territorio fin dai giorni immediatamente successivi alle emergenze, con tempestivita’ e nel rispetto delle norme, di riacquisire, purtroppo, solo una parte delle somme stanziate a copertura delle ingenti spese, che hanno dovuto affrontare. Al riguardo, confermo di avere richiesto al Ministro dell’Economia, per il tramite del Dipartimento della protezione civile, di integrare i finanziamenti finora stanziati, condizione indispensabile per dare attuazione a molte delle iniziative programmate e, ad oggi, prive di copertura finanziaria”. Lo ha detto il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti che, in qualita’ di Commissario Delegato ai sensi dell’Opcm di Protezione Civile, ha emanato tre Ordinanze commissariali che autorizzano la liquidazione di contributi in favore delle Province e dei Comuni danneggiati dai dissesti idrogeologici che hanno colpito la regione Calabria nei mesi di settembre 2009 e febbraio 2010. Sulla base delle istruttorie effettuate dalla Struttura di Supporto al Commissario Delegato, spiega una nota regionale, coordinata dall’Ing. Giovanni Lagana’, Dirigente Generale del Dipartimento Infrastrutture e Lavori Pubblici, sono stati accertati gli interventi in somma urgenza gia’ realizzati in conformita’ alla normativa vigente e le spese sostenute nella fase di prima emergenza, ai fini della determinazione degli emolumenti e dei contributi erogabili.Con le suddette Ordinanze del Commissario Delegato, si legge ancora nella nota, sono stati concessi contributi inerenti: agli interventi eseguiti da Comuni e Province, secondo le procedure della somma urgenza, per l’importo complessivo di Euro. 3.328.213,63, pari al 30% degli importi ritenuti ammissibili; all’autonoma sistemazione dei nuclei familiari la cui abitazione principale, sia stata danneggiata o distrutta e sia stata soggetta a provvedimenti di sgombero delle competenti autorita’, per l’importo complessivo di 203.547,84 euro, a tutto il mese di settembre 2010; alle spese sostenute nella fase di prima emergenza dai Vigili del Fuoco, dalla Scuola di Polizia di Vibo Valentia e dalle Prefetture, nonche’ agli emolumenti spettanti al personale appartenente alle pubbliche amministrazioni statali, per l’importo complessivo di 593.153,19 euro; alle spese sostenute dai Comuni di Maierato, Catanzaro e Gimigliano, nella fase di prima emergenza, per l’importo complessivo di 158.253,79 euro, pari al 30% degli importi ritenuti ammissibili; agli emolumenti spettanti al personale appartenente ai Comuni di Maierato, Catanzaro e Gimigliano a fronte delle ore di lavoro straordinario effettivamente reso, nella fase di prima emergenza, per l’importo complessivo di 82.558,03 euro.

redazione@approdonews.it