Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), MERCOLEDì 12 GIUGNO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Bando raccolta differenziata, a pieno ritmo la Campagna nelle scuole per il riciclo del vetro L’assessore Caridi: Dopo il balzo record del 2023 serve una nuova alleanza con i cittadini. L’assessore Crea: I ragazzi diventano ambasciatori in famiglia di una nuova coscienza civica

Bando raccolta differenziata, a pieno ritmo la Campagna nelle scuole per il riciclo del vetro L’assessore Caridi: Dopo il balzo record del 2023 serve una nuova alleanza con i cittadini. L’assessore Crea: I ragazzi diventano ambasciatori in famiglia di una nuova coscienza civica

Entra nel vivo la campagna di comunicazione nelle scuole cittadine sul riciclo del vetro, grazie alle risorse che il Comune ha ottenuto partecipando al bando nazionale voluto dall’Anci e dal CoReVe.
Nei 2 istituti comprensivi di Taurianova si susseguono le lezioni e i laboratori interattivi, compendio formativo altamente qualificante a latere del finanziamento ottenuto dall’Ente anche per installare una nuova apparecchiatura stradale di ultima generazione. Non solo strumenti all’avanguardia resi disponibili in una città che già nel 2023 ha conosciuto un balzo record del +11% nella raccolta differenziata, quindi, ma anche un notevole impulso ad una nuova coscienza ambientalista per tutta la cittadinanza.
Non a caso l’esperta Alessandra Stefano, accompagnata negli incontri preparatori delle sue lezioni dagli assessori Antonino Caridi e Angela Crea – che nella giunta guidata dal sindaco Roy Biasi sono delegati rispettivamente all’Ambiente e alla Pubblica Istruzione – e dal coordinatore del Servizi ambientali Francesco Punturiero, sta considerando i giovani destinatari della campagna verde dei veri e propri ambasciatori nelle famiglie di un messaggio che fa della utilità sociale del riciclo del vetro e della facilità organizzativa nei tempi della consegna, le chiavi per incentivare la nuova cultura.
Prima dell’azione formativa a tu per tu con scolari e studenti dai 6 ai 14 anni, sta toccando alle dirigenti Maria Concetta Muscolino ed Emanuela Cannistrà illustrare gli intrecci virtuosi tra gli incontri classe per classe previsti nella Campagna – anche con la fruizione di video e la diffusione di materiale informativo – e i progetti scolastici dedicati alla salvaguardia dell’ambiente.

Nella campagna finanziata dal bando voluto dall’Associazione nazionale dei Comuni Italiani e dal Consorzio per il Recupero del Vetro, che aveva destinato a Taurianova oltre 75.000 euro da spendere anche per l’acquisto di 2 Ecocassette informatizzate scarrabili, 10 cassonetti intelligenti e 3 contenitori intelligenti a 2 bocche, il riscontro positivo è dato pure dalla interazione che si riesce a stabilire, viste le tante curiosità a cui sta dando risposta l’ing. Stefano.
«Siamo molto soddisfatti ma non definitivamente appagati dai risultati ottenuti nella raccolta differenziata – commenta l’assessore e vicesindaco Caridi – ecco perché stiamo spingendo molto sulle campagne di informazione mirate, convinti come siamo che solo un’alleanza operosa tra l’amministrazione comunale e la cittadinanza di ogni età può migliorare il virtuosismo di Taurianova. In un periodo coinciso con il cambio dell’operatore, in pochi avrebbero scommesso sulle ottime performance poi realizzate dalla nostra Isola Ecologica, per un successo che è frutto sia dell’impegno degli operatori dell’impresa Muraca, ma anche del personale comunale che sovrintende ad un servizio quanto mai nevralgico per quella vetrina ordinata e accogliente che sarà la città Capitale Italiana del Libro 2024».
«La Campagna partita – aggiunge l’assessore Crea – sta trovando nelle scuole un terreno fertile, anche grazie alla collaborazione che in questi anni ci hanno assicurato le comunità scolastiche cittadine. I riscontri di partecipazione e attenzione che stiamo registrando sono il segnale non solo dell’alta qualità sociale del messaggio educativo offerto, ma anche del rinnovato spirito civico che Campagne di questo tipo possono attivare, affidando ai ragazzi e alle ragazze il compito di essere loro stessi sentinelle dell’ambiente che vogliamo salvaguardare».