Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), LUNEDì 15 LUGLIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Ballottaggio Gioia Tauro. La candidata a sindaco Russo, “abile manipolazione della realtà costruita ad hoc per fini elettorali” "Non si venga a fare a noi lezioni di etica e di moralità, perché siamo stati noi ad incentrare sin dall’inizio la nostra campagna elettorale sulla necessità impellente di una coesione sociale e pacificazione sociale, di una nuova stagione scevra da odio e veleni, rimanendo impermeabili a qualsivoglia provocazione, anche quelle ad personam"

Ballottaggio Gioia Tauro. La candidata a sindaco Russo, “abile manipolazione della realtà costruita ad hoc per fini elettorali” "Non si venga a fare a noi lezioni di etica e di moralità, perché siamo stati noi ad incentrare sin dall’inizio la nostra campagna elettorale sulla necessità impellente di una coesione sociale e pacificazione sociale, di una nuova stagione scevra da odio e veleni, rimanendo impermeabili a qualsivoglia provocazione, anche quelle ad personam"

| Il 19, Giu 2024

Assistiamo in queste ultime ore ad un’abile manipolazione della realtà costruita ad hoc per fini elettorali con il precipuo scopo di ribaltare specifiche ed evidenti responsabilità, circa la catena di odio e veleni, scatenata sui social durante tutto il corso della campagna elettorale ed emersa con evidenza dai toni utilizzati dai palchi durante i pubblici comizi.
A titolo esemplificativo si precisa che il 99% dei post pungentemente volgari, diffamatori, violentemente offensivi, di uno squallore inenarrabile ,sono inequivocabilmente riconducibili a profili facebook e profili falsi dei candidati e dei sostenitori della signora Scarcella. “La macchina del fango, con foto e video della mia persona, è stata anche veicolata tramite canali di messaggistica istantanea, documentata da screen, vocali e immagini, che abbiamo volutamente conservato e che consegneremo alle autorità preposte.” Non si venga a fare a noi lezioni di etica e di moralità, perché siamo stati noi ad incentrare sin dall’inizio la nostra campagna elettorale sulla necessità impellente di una coesione sociale e pacificazione sociale, di una nuova stagione scevra da odio e veleni, rimanendo impermeabili a qualsivoglia provocazione, anche quelle ad personam.
È proprio questo il senso della proposta della piattaforma “La Ginestra”, pensata e realizzata proprio per far dialogare forze politiche che mai prima di oggi si erano sedute attorno allo stesso tavolo. Una nuova visione alta della politica, esaltata da un atto pubblico, che la signora competitor ha definito “antidemocratico”, ma che ,viceversa ,non ha niente a che fare con gli accordi sottobanco nelle segrete stanze ai quali altri sono abituati e di cui Rosario Schiavone non ne ha subito minimamente il mefitico fascino. Noi non facciamo promesse, non utilizziamo la disperazione dei padri di famiglia intestandoci meriti che non ci spettano, come la questione dei lavoratori della Port Agency, il cui emendamento di proroga è stato notoriamente presentato in modo trasversale da diversi partiti, tra cui Fratelli d’Italia, Movimento Cinque Stelle e anche Forza Italia. È profondamente scorretto a tre giorni dal voto cavalcare un dramma umano sul quale, se vogliamo dirla tutta, si è speso principalmente il Presidente dell’Autorità di sistema portuale dei Mari Tirreno Meridionale e Ionio, Ammiraglio Andrea Agostinelli. Anche oggi è stata dimostrata plasticamente la capacità di mistificare abilmente la realtà al solo fine di incrementare consensi.
Invito i cittadini a non lasciarsi convincere che vinca sempre il più abile,”La stupidità divora facce e nomi senza storia”.