Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), MERCOLEDì 01 FEBBRAIO 2023

Torna su

Torna su

 
 

Il grande senso di responsabilità politica di Mesa Gerace La replica di Ezio Romeo all'articolo pubblicato sulla nostra testata giornalistica dal titolo: "Si scrive Mesa Gerace ma si legge Pino Falleti"

Il grande senso di responsabilità politica di Mesa Gerace La replica di Ezio Romeo all'articolo pubblicato sulla nostra testata giornalistica dal titolo: "Si scrive Mesa Gerace ma si legge Pino Falleti"
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Riceviamo e pubblichiamo

Sono Ezio Romeo, fin qui lettore assiduo del Vs. Giornale. Spesso, non sempre a dire il vero, ho apprezzato gli articoli della Redazione. Mi appassionano in particolar modo le cronache sulla politica e i rilievi critici, purché scevri da volgarità e posizioni preconcette. Mi duole enormemente segnalare l’articolo redazionale pubblicato sulla testata di lunedì u.s. con il titolo “Si scrive Mesa Gerace ma si legge Pino Falleti”. Una frase infelice e inadeguata attraverso la quale espressamente s’insinua una vera e propria sostituzione operativa tra le due persone citate. Il che già di per sé – al di là della vicenda giudiziaria richiamata nel corpo dell’articolo – non rende giustizia a Mesa Gerace, Consigliere Comunale e persona di elevata statura morale. Ma soprattutto giovane donna in grado di svolgere le sue funzioni politiche in piena autonomia e con grande senso di responsabilità.

L’accostamento alla vicenda penalmente rilevante,operata sulla base del rapporto personale e politico,suscita in chi si approccia alla lettura con animo imparziale un senso di forte fastidio e di netta disapprovazione. Mi piace ricordare che Mesa Gerace è figlia del compianto Filippo Gerace, persona onesta e generosa, che negli anni bui di questo Paese ha sempre agito con coerenza e dignità, innalzando la bandiera dei suoi ideali, malgrado le vessazioni dei Padroni di turno. E per questo e per altro mi onoro di essere stato Suo Amico. Mesa segue scrupolosamente il solco tracciato dal Suo Genitore e tutto ciò lo dimostra con la sua correttezza, con la coerenza e con l’atteggiamento adamantino che da sempre la caratterizza. Tutte le sue battaglie politiche, scevre da qualsiasi interesse personale e condotte con fierezza, semplicità ed eleganza ne sono la piena e assoluta dimostrazione.
Nessuno, tra chi ha operato sospinto dasani ideali, ritengo abbia mai rinnegato il proprio passato e le proprie relazioni, specie nel momento di difficoltà di un Amico. Il contrario sarebbe meschino ed indegno.

“L’opportunità”, in questo momento storico della ns. Città, piuttosto che auspicare rinunzie senza ragioni vere, impone che una persona onesta e preparata come Mesa Gerace, se chiamata a dare un contributo fattivo come coordinatore del Circolo Walter Schepis di Taurianova, debba accettare l’incarico con determinazione. E il fatto che sia stata fortemente voluta dagli iscritti del Circolo ne è una concreta testimonianza. Infine, da Amico, voglio rammentare al Direttore della Testata Luigi Longo che se nella nostra lunga militanza politica ci fossimo fatti contaminare dalle accuse, vere o false, mosse a carico di nostri amici o conoscenti, avremmo dovuto chiuderci non in quarantena ma per quaranta anni per purificarci delle scorie. Tanto ritengo dovuto.