Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), SABATO 13 APRILE 2024

Torna su

Torna su

 
 

Atto intimidatorio al sindaco di Monasterace

Atto intimidatorio al sindaco di Monasterace

La solidarietà di Michelangelo Tripodi (Pdci), Antonio Rappoccio e Antonio Caridi

Atto intimidatorio al sindaco di Monasterace

La solidarietà di Michelangelo Tripodi (Pdci), Antonio Rappoccio e Antonio Caridi

 

Riceviamo e pubblichiamo:

A nome mio personale e del PdCI della Calabria esprimo piena vicinanza e totale solidarietà alla dott.ssa Maria Carmela Lanzetta, Sindaco del comune di Monasterace, vittima di un gravissimo attentato incendiario che poteva avere drammatiche e terribili conseguenze per la sua vita e quella dei suoi familiari. Il vile gesto compiuto ai danni della dott. ssa Lanzetta e della sua famiglia non può essere considerato come un atto di minaccia e di intimidazione. L’azione criminale di stampo tipicamente mafioso che è stata portata a compimento non aveva solo l’obiettivo di incutere paura e terrore.

I criminali che vigliaccamente nell’ombra hanno pensato e realizzato questo attentato volevano colpire anche le persone. Ed e’ solo per una circostanza fortuita se le persone sono rimaste incolumi. Da qui l’assoluta gravità dell’attacco della criminalità organizzata che evidentemente non accetta che nel comune di Monasterace possano esserci un sindaco ed un’amministrazione comunale non condizionata dagli interessi mafiosi e capace di portare avanti l’azione amministrativa all’insegna della legalità e della trasparenza. Conosco personalmente la dott.ssa Lanzetta e in diverse circostanze ho avuto modo di apprezzare il buon lavoro amministrativo che sta portando avanti nel comune di Monasterace con risultati apprezzabili e significativi, tant’è che proprio alle recenti elezioni amministrative la dott.ssa Lanzetta è stata riconfermata sindaco di Monasterace con un largo suffragio popolare. Sono sicuro che la dott.ssa Lanzetta proseguirà con più forza e determinazione il suo impegno politico-ammministrativo per portare ancora più avanti il processo di cambiamento e di crescita del comune di Monasterace che ha contrassegnato in questi anni la sua attività.

Ovviamente  la dott.ssa Lanzetta non può essere lasciata sola in questo delicato e particolare momento. Istituzioni, partiti, sindacati, associazioni, movimenti, singoli cittadini devono mobilitarsi per fare sapere a tutti e specialmente ai mandanti ed agli autori di questa efferata azione criminale che la società civile, in tutte le sue espressioni, si stringe attorno a Maria Carmela Lanzetta, alla sua famiglia ed all’Amministrazione Comunale. In questo contesto è necessario che ciascun organo dello Stato faccia la sua parte con efficacia ed incisività: In tal senso sarebbe molto importante riuscire rapidamente ad individuare e colpire mandanti ed esecutori di quella che poteva essere una vera e propria strage. Mi auguro che le forze dell’ordine raggiungano presto questo risultato senza dimenticare la necessità inderogabile di garantire sicurezza e tranquillità alla dott.ssa Lanzetta ed alla sua famiglia. IL SEGRETARIO REGIONALE DEL PdCi

MICHELANGELO TRIPODI

 

“Il vile gesto che è stato consumato ai danni del neo eletto sindaco della cittadina ionica di Monasterace ci indigna, perché colpisce l’intera categoria politica della nostra regione”. E’ quanto dichiara il consigliere regionale Antonio Rappoccio (Insieme per la Calabria – Scopelliti Presidente). “Unitamente al Partito Repubblicano, siamo vicini al sindaco Maria Carmela Lanzetta, e la sosteniamo – conclude l’esponente politico – perché prosegua con determinazione nel suo impegno amministrativo”.

Antonio Rappoccio (Consigliere regionale)

L’Assessore Regionale alle Attività Produttive Antonio Caridi esprime piena ed affettuosa solidarietà e vicinanza personale al sindaco di Monasterace d.ssa Maria Carmela Lanzetta, vittima di un gravissimo atto intimidatorio.

L’on. Caridi esprime così i sensi del proprio sdegno per l’inqualificabile gesto che ha colpito il Sindaco di Monasterace nonché la ferma condanna verso ogni forma di violenza nei confronti di chi presta il proprio impegno quotidiano nelle istituzioni e nella società civile.

L’Assessore manifesta altresì piena fiducia nell’operato della magistratura e delle forze dell’ordine al fine di fare la necessaria chiarezza su quanto accaduto al Sindaco di Monasterace.

Nel contempo l’invito, rivolto al sindaco Lanzetta, a tutti gli amministratori colpiti da atti intimidatori ed a quanti hanno ruoli di responsabilità nella società civile come nelle istituzioni, a proseguire con immutato impegno nel proprio lavoro al fine di procedere lungo il difficile ma esaltante percorso di rinnovamento che una nuova classe politica sta faticosamente costruendo nel nostro territorio.

 

redazione@approdonews.it