Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), LUNEDì 06 FEBBRAIO 2023

Torna su

Torna su

 
 

Arrestato un 30enne con precedenti di Polizia per spaccio e porto abusivo di armi nel Reggino Nello specifico, l’uomo dopo essere stato fermato e sottoposto a controllo di polizia dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Reggio Calabria, è stato sorpreso con diversa quantità di stupefacente occultati all’interno dello zainetto

Arrestato un 30enne con precedenti di Polizia per spaccio e porto abusivo di armi nel Reggino Nello specifico, l’uomo dopo essere stato fermato e sottoposto a controllo di polizia dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Reggio Calabria, è stato sorpreso con diversa quantità di stupefacente occultati all’interno dello zainetto

Nei giorni scorsi, a Reggio Calabria, i Carabinieri, nell’ambito di servizi di controllo del territorio finalizzati alla prevenzione e repressione di reati in genere, hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacente e porto d’armi od oggetti atti ad offendere, un 30enne reggino, celibe, disoccupato, con precedenti di polizia.
Nello specifico, l’uomo dopo essere stato fermato, a piedi, in viale Aldo Moro e sottoposto a controllo di polizia dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Reggio Calabria, è stato sorpreso con diversa quantità di stupefacente occultati all’interno dello zainetto che portava indosso: diversi involucri di cellophane contenente più di 80 grammi di marijuana, oltre che diversi grammi di hashish, un bilancino di precisione di precisione, materiale utilizzato per il confezionamento. Trovato in possesso anche di un coltello a serramanico.
Lo stupefacente e quanto rinvenuto, sono stati sottoposti a sequestro, mentre l’arrestato al termine della formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria è stato rimesso in libertà.
Rimane costante l’attività di controllo sul territorio dell’Arma che rappresenta la principale forma di prevenzione in grado di incidere direttamente sulla percezione della sicurezza da parte dei cittadini.
Trattandosi di procedimento in fase di indagini preliminari, rimangono salve le successive determinazioni in fase processuale.