Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), LUNEDì 26 FEBBRAIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Nella città di Taurianova viene riconosciuto il diritto alla casa Il sindaco Scionti commenta l'assegnazione di quattro alloggi popolari: "La cosa più bella che abbiamo fatto fin ad ora"

Nella città di Taurianova viene riconosciuto il diritto alla casa Il sindaco Scionti commenta l'assegnazione di quattro alloggi popolari: "La cosa più bella che abbiamo fatto fin ad ora"
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

di Nelly Dogali

Grazie per aver letto questo contenuto, continua a seguirci!!

“I primi alloggi popolari sono stati assegnati!”: così l’amministrazione comunale di Taurianova oggi ha annunciato con orgoglio, in un post sulla sua pagina Facebook, di aver raggiunto un nuovo ed importante obiettivo per la comunità. Infatti, dopo un iter burocratico lunghissimo, iniziato molto prima che l’attuale squadra guidata dal sindaco Scionti prendesse a cuore la vicenda, ma che non si era mai concluso, finalmente oggi si è arrivati all’assegnazione degli alloggi popolari per gli aventi diritto.

Della questione, ormai ventennale, se ne era occupata in prima persona l’ex vicesindaco Carmela Patrizio, con delega all’edilizia popolare, insieme al geometra Giuseppe Sergi del settore tecnico del Comune. La procedura di riassegnazione degli alloggi è un lavoro lungo e complicato, che non si fermerà con l’assegnazione delle prime quattro abitazioni, come annuncia la stessa amministrazione comunale nel post. Il lavoro del Comune è stato quello di individuare sul territorio comunale le abitazioni abbandonate o assegnate a chi non ne ha più diritto, successivamente di indire il bando pubblico dal quale è stata poi stilata la graduatoria per determinare gli assegnatari delle prime quattro unità abitative ritenute idonee.

Anche se il lavoro è stato complicato, viene completamente ripagato dalla felicità delle famiglie che finalmente, dopo aver aspettato tanto, riacquista la possibilità di una casa dove vivere con la propria famiglia. Questa l’idea del sindaco Scionti che ha così commentato: “È la cosa più bella che abbiamo fatto fino ad ora. Il lavoro non è ancora finito, ma l’inizio è di certo positivo: un passo importante per rispondere ai reali bisogni tutta la comunità”.