Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), VENERDì 23 FEBBRAIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

A Lamezia la Giornata del Rifugiato

Grazie per aver letto questo contenuto, continua a seguirci!!

Piccioni: “La nostra amministrazione comunale, ha dimostrato concretamente come possano, anche in realtà difficili come la nostra, attuarsi interventi di integrazione di persone provenienti da paesi in cui imperversa la guerra o nei quali sono in atto persecuzioni razziali e discriminazioni religiose o sessuali”

A Lamezia la Giornata del Rifugiato

Piccioni: “La nostra amministrazione comunale, ha dimostrato concretamente come possano, anche in realtà difficili come la nostra, attuarsi interventi di integrazione di persone provenienti da paesi in cui imperversa la guerra o nei quali sono in atto persecuzioni razziali e discriminazioni religiose o sessuali”

 

Lunedì 20 giugno dalle ore 10, nella sala riunioni del Comune di Lamezia Terme, la giunta e i consiglieri comunali incontreranno gli ospiti del Progetto Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) e le comunità di stranieri presenti in città nell’ambito della Giornata mondiale del Rifugiato. La giornata sarà l’occasione per promuovere il Forum interculturale di Lamezia Terme per affrontare insieme i temi dell’intercultura, dell’integrazione e dell’accoglienza sul nostro territorio.

Martedì 21 giugno dalle ore 16  nella sala consiliare di Piazza Diaz si terrà l’incontro “Un tavolo di asilo regionale: uno spazio di confronto e condivisione”. Il sindaco di Lamezia Terme interverrà nel corso dell’iniziava che andrà avanti affrontando diverse tematiche, dall’accoglienza, all’integrazione e alla mediazione. “Il nostro Comune – ha detto il sindaco – è testimone di un’esperienza molto forte e bella in tema di accoglienza e inclusione sociale e che dimostra l’attenzione e la solidarietà verso i più deboli. Qui è nata la Casa di accoglienza per rifugiati in un bene confiscato a un clan della ‘ndrangheta, che rientra nel progetto Sprar.  È un segno importante per tutta la comunità lametina. Qualcuno potrebbe non capire perché si pensi a dare una casa a degli immigrati quando in città c’è già molta sofferenza e povertà. Sappiamo che ci sono lametini senza un’abitazione, ma proprio perché siamo abituati al disagio possiamo capire bene quanto sia necessario aiutare chi soffre. Lamezia è una comunità solidale, la parola ‘respingimenti’ non ci appartiene”.

L’assessore alle Politiche sociali, Rosario Piccioni, ha così commentato l’iniziativa: “L’Amministrazione comunale, che è parte attiva del progetto Sprar, ha dimostrato  concretamente come possano, anche in realtà difficili come la nostra, attuarsi interventi di integrazione di persone provenienti da paesi in cui imperversa la guerra o nei quali sono in atto persecuzioni razziali e discriminazioni religiose o sessuali. La giornata mondiale del rifugiato è importante perché aiuta a sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi dell’integrazione sociale”.

redazione@approdonews.it