Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), LUNEDì 15 LUGLIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Reggina 1914, avevamo ragione noi! Anche in Italia il calcio si deve adeguare alle leggi dello Stato Italiano Adesso i 3 punti di penalizzazione devono essere restituiti alla squadra di Inzaghi

Reggina 1914, avevamo ragione noi! Anche in Italia il calcio si deve adeguare alle leggi dello Stato Italiano Adesso i 3 punti di penalizzazione devono essere restituiti alla squadra di Inzaghi

Di Luigi Longo

Nei giorni scorsi, abbiamo scritto in più articoli sul corto circuito delle competenze tra le leggi ordinarie dello Stato Italiano e le leggi sportive che disciplinano il calcio italiano. Una situazione paradossale, finalmente chi governa il nostro bel Paese ha capito che non potevano rimanere in silenzio su un buco legislativo. La reggina 1914 a dicembre 2022 ha presentato al tribunale di Reggio Calabria il piano di ristrutturazione del debito accomulato dalla gestione Gallo chiedendo il concordato preventivo a continuazione aziendale . I tempi della giustizia nella nostra Italia vanno rispettati al di là delle leggi sportive. A maggio secondo i ben informati il Tribunale reggino dovrebbe effettuare L’omologa ed in attesa di questa decisione la proprietà di Saladini deve attenersi a quanto imposto delle leggi dello Stato Italiano. Dunque i 3 punti di penalizzazione devono essere restituiti agli amaranto. Infatti, ecco l’attesa novità: la FIGC con un comunicato di questi giorni ha deciso di modificare gli articoli 85 e 90 delle NOIF. Traduzione: viene armonizzato il rapporto con lo Stato, nel caso specifico il Tribunale di Reggio Calabria aveva vietato qualsiasi pagamento degli oneri fiscali pur essendo il club fresco di svolta societaria pronto a ottemperare. La reggina 1914 per garantire tutti i debitori, ha certificato il debito con una delle 4 più importanti società di certificazione. Un atto che garantisce la liquidità necessaria per far fronte alla situazione debitoria. Nei fatti si tratta di un assegno circolare in mano ai giudici per soddisfare tutti le persone fisiche e giuridiche che vantano crediti con la società reggina 1914. Tanto rumore per nulla , ma soprattutto tanti avvoltoi pronti a sbranare la reggina e l’intera città. Da questa situazione la reggina può chiedere i danni morali e di immagini in quanto da dicembre gli uomini del presidente Cardona si trovano in un tritacarne mediatico che ha compromesso il cammino degli amaranto nel campionato di serie B. A fine del 2022 la reggina era al primo posto del campionato cadetto, adesso grazie a questa situazione i ragazzi di mister inzaghi rischiano di non andare nemmeno ai play off. Bel danno! La serie A era un vantaggio economico e di immagine per tutta la Calabria.