Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), SABATO 13 APRILE 2024

Torna su

Torna su

 
 

Terranova Sappo Minulio entra a pieno titolo nell’Associazione “Siti dei Grimaldi di Monaco” Il sindaco Ettore Tigani (con l'assessore alla cultura Laura Albanese) l'ha reso noto con una deliberazione di giunta che ha la finalità di promuovere qualsiasi tipo di attività culturale e ricreativa

Terranova Sappo Minulio entra a pieno titolo nell’Associazione “Siti dei Grimaldi di Monaco” Il sindaco Ettore Tigani (con l'assessore alla cultura Laura Albanese) l'ha reso noto con una deliberazione di giunta che ha la finalità di promuovere qualsiasi tipo di attività culturale e ricreativa

Di GiLar

Terranova Sappo Minulio sotto la guida del sindaco Ettore Tigani è stato ammesso a far parte a pieno titolo nell’Associazione “Siti dei Grimaldi di Monaco”.
Il Principe Alberto di Monaco ha fatto visita in Calabria, visitando i tre centri pianigiani, Cittanova, Molochio e Terranova Sappo Minulio lo scorso novembre. Dopo aver ricevuto i tre sindaci nel Principato di Monaco che in quella giornata si erano decisi tutti i particolari della visita del Principe Alberto.
Il Comune di Terranova Sappo Minulio con l’adozione di una deliberazione di Giunta, la n. 69 del 12 ottobre 2022 ha aderito ai “Siti dei Grimaldi di Monaco” e lo scopo principale da come si legge nella delibera è, “la promozione di qualsiasi tipo di attività culturale e ricreativa strettamente connessa alle finalità dell’Associazione medesima nonché si intende perseguire la finalità di concorrere alla valorizzazione e promozione dei siti storici dei Grimaldi di Monaco, sul piano storico, culturale, turistico ed ambientale, senza finalità lucrative, nel pieno rispetto della libertà e dignità di tutti comuni associati, ispirandosi a principi di democrazia e di uguaglianza dei diritti di tutti gli associati, oltre alla valorizzazione delle attività artigianali e commerciali connesse e/o collegate, nel rispetto ovviamente dei dettami di legge e dei regolamenti vigenti”.
Terranova Sappo Minulio è stato capoluogo di un grande Ducato e punto di riferimento di numerose cittadine e di piccoli centri della Piana di Gioia Tauro.
“La storia feudale di Terranova prende avvio, infatti, alla fine del 1200 e, dopo vari passaggi, nel 1558, il ducato di Terranova venne venduto al genovese Tommaso de Marini e, pochi anni più tardi, nel 1574, venne acquistato da Giovan Battista Grimaldi. Terranova rimase ancora capitale dello Stato anche con l’elevazione di Gerace a sede di principato, sotto il dominio della Famiglia Grimaldi, nonostante si fosse determinato, nel 1609, un nuovo assetto politico che porterà a far riemergere in tre unità ben distinte i tre feudi originari e, cioè, il Principato di Gerace, il Ducato di Terranova, e il Marchesato di Gioia. Orbene, proprio in virtù di tale gloriosa e prolifica storia feudale e, soprattutto, risultando la Città di Terranova Sappo Minulio un antico territorio dei Grimaldi”.
L’adesione nei fatti, avrà “l’obiettivo di garantire un ulteriore supporto a tutte quelle attività presenti sul territorio, al fine di valorizzare l’offerta turistica legata al patrimonio artistico, culturale e ambientale, con lo scopo di potenziare e/o di agevolare la nascita di infrastrutture per una fruizione sostenibile del territorio”.
Oltretutto non si esclude “l’attivazione di azioni necessarie per promuovere attività di rete tra imprese e associazioni presenti sul territorio ovvero iniziative caratterizzate da partenariati pubblico-privati aventi ad oggetto la qualificazione e il potenziamento della dotazione infrastrutturale esistente nonché l’implementazione di forme di turismo funzionali alla conservazione e alla cura dell’ambiente”.
Inoltre, il 21 gennaio prossimo, presso l’ambasciata di Monaco a Roma, ospitati dall’Ambasciatore Anne Eastwood, si terrà la riunione dell’assemblea dei cosi e del consiglio direttivo dell’associazione, il cui ordine del giorno, tra l’altro, prevede “le visite di S.A S. il Principe Alberto II di Monaco”, “i rapporti di collaborazione con la Fondazione ALBERT II”, “i rapporti di collaborazione con l’Ambasciata di Monaco in Italia e con i Consoli” e le proposte progettuali dei singoli Comuni aderenti. Terranova intende, così, valorizzare la sua storia e il suo patrimonio artistico e culturale come volano di sviluppo turistico-esperienziale nell’ottica di un rinnovato rinascimento culturale e di un indispensabile risorgimento identitario.


(Nella foto da sinistra il sindaco Ettore Tigani, il Principe Alberto di Monaco e l’Assessore alla cultura Laura Albanese)