Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), DOMENICA 16 GIUGNO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Taurianova, politiche sociali, un nuovo progetto per la riconquista dell’autonomia individuale Continua senza sosta il lavoro degli assessori Crea e Fedele

Taurianova, politiche sociali, un nuovo progetto per la riconquista dell’autonomia  individuale Continua senza sosta il lavoro degli assessori Crea e Fedele

In materia di servizi sociali, si fa riferimento al concetto di empowerment, inteso come un processo individuale e organizzato, attraverso il quale le singole persone possono ricostruire le proprie capacità di scelta e di progettazione e riacquistare la percezione del proprio valore, delle proprie potenzialità e opportunità.
Il progetto ha come obiettivo principale la (ri)conquista dell’autonomia individuale intesa come una loro effettiva emancipazione dal bisogno di ricevere assistenza (in questi termini si parla di “accoglienza emancipante”).
Diventa, pertanto, essenziale collocare al centro del progetto le persone accolte, le quali non devono essere meri beneficiari passivi di interventi predisposti in loro favore, ma protagonisti attivi del proprio percorso di accoglienza e di inclusione sociale.
Obiettivo prefissato di una (ri)conquista dell’autonomia che deve essere comune a ogni tipologia di accoglienza, a prescindere dalle caratteristiche dei beneficiari. Un obiettivo unico per la presa in carico di tutti: adulti e minori non accompagnati, nuclei familiari e singoli, uomini e donne, portatori di specifiche vulnerabilità o di fragilità più ricorrenti.

Una presa in carico di questi cittadini, immigrati regolari, comporta che si agisca come un sistema dialogante con il contesto territoriale in cui si inserisce e senza avere in alcun modo una modalità operativa autarchica. In questo senso, il progetto deve fondarsi sulla costruzione e sul rafforzamento delle reti territoriali, che coinvolgano gli attori locali, funzionali al sostegno dei progetti di accoglienza nella loro totalità e, al tempo stesso, dei percorsi personalizzati dei singoli beneficiari. In maniera ancora più stringente la manifestazione di interesse, dalla titolarità degli enti locali, è e deve essere percepita come parte integrante del welfare locale e, come tale, complementare agli altri servizi pubblici alla cittadinanza garantiti sul territorio. In questo contesto si inserisce tale iniziativa per la quale chiediamo a chi può …’collaborazione’.

Assessore alle pari opportunità e politiche sociali
Angela Crea

Assessore all’immigrazione
Maria Fedele

Il Sindaco
Roy Biasi