Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), GIOVEDì 13 GIUGNO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Taurianova, Il Consiglio Comunale approva le cittadinanze onorarie a Salvo D’Acquisto e al Principe Alberto di Monaco Qualche scintilla iniziale con un botta e risposta con la minoranza presente solo con “Taurianova Futura” che abbandonerà poi l’aula dopo aver votato favorevolmente la prima cittadinanza

Taurianova, Il Consiglio Comunale approva le cittadinanze onorarie a Salvo D’Acquisto e al Principe Alberto di Monaco Qualche scintilla iniziale con un botta e risposta con la minoranza presente solo con “Taurianova Futura” che abbandonerà poi l’aula dopo aver votato favorevolmente la prima cittadinanza

Di GiLar

Un Consiglio Comunale che vede come punti fondamentali il conferimento delle cittadinanze onorarie al Principe Alberto di Monaco che domani farà visita in città e del vicebrigadiere dei Carabinieri Salvo D’Acquisto, medaglia d’oro al valor militare e caduto sotto le armi della violenza nazista nel 1943 con la ferocia di una fucilazione, sacrificatosi per salvare un gruppo di civili.
Inizia il Consiglio Comunale, la maggioranza è al completo, mentre sui banchi della minoranza è presente solo il gruppo di “Taurianova Futura”.
Prende subito la parola l’ex sindaco Fabio Scionti, ricollegandosi al Consiglio Comunale della scorsa volta “a un monologo senza rispetto per gli assenti” sottolineando che la cosa che più gli ha fatto male è, “mettere in discussione l’aspetto salute della persone come un atto di bassissimo livello da parte del sindaco”. Scionti sottolinea che non colpiscono le affermazioni del sindaco in quanto “non è nuovo a queste affermazioni e che chi ricopre una carica come quella di sindaco, dovrebbe avere atteggiamenti istituzionali consoni al ruolo. Quando un sindaco fa queste cose ha poco valore”.
E inoltre, “ci ritroviamo a votare di fretta in furia perché domani ci sarà un capo dello stato presente domani e che vi siete ritrovati all’ultimo giorno utile del Consiglio Comunale e che noi in tre anni abbiamo discusso nel nulla”. Fabio Scionti continua dicendo che onorerà la carica che i cittadini ci hanno voluto ovvero il ruolo della minoranza rimarcando la questione dell’onestà intellettuale del sindaco. Parlando poi del Centro Agroalimentare che quando l’ha inaugurato ha menzionato chi ha voluto quell’opera riconoscendo il merito dell’opera stessa, “oggi assisto a un sindaco che ha fatto tutto lui. Ed è giusto riconoscere le opere che non sono dell’attuale amministrazione”, infine Scionti rimarca la questione di un “confronto serio” senza offese in questi due anni che mancano e che “noi siamo qua a svolgere il nostro ruolo e quando noi non ci siamo non vorremmo essere attaccati”, e ancora, “noi potremmo dire tante cose del sindaco imprenditore e di altro, ma noi vorremmo discutere altre cose”. Dopo Scionti prende la parola il consigliere della Lega Vincenzo Papalia lamentando che “si è malignato sulla mia assenza e che lui è il consigliere del sindaco e che aveva fatto una promessa che sarebbe venuto anche con la barella”.
Tocca al sindaco Roy Biasi che spiega la seduta mattutina e rivolgendosi a Scionti dicendo che “ha la memoria corta” e che lui ha avuto un infortunio perché si è frantumato il ginocchio “e non ci fu nessuna salvaguardia in quanto si disse che lui non ebbe nessuna salvaguardia”, accusando la “memoria corta dell’ex sindaco e non credo di aver detto nulla di che, ma non è giusto mettere in dubbio la presenza di altri consiglieri”. Illustrando la questione delle cittadinanze onorarie sono una questione che fanno tutta Italia e che Scionti avrebbe voluto conferire ad altri (architetto Femia) e che “non abbiamo la memoria carta” e che l’Amministrazione Biasi ha avuto il finanziamento con il Pisl con 4 miliardi delle vecchie lire per il Centro Agroalimentare e che Scionti fece solo delle strade che anche in questo caso fu sempre Biasi prese dei soldi di un finanziamento.
E inoltre “Non credo che sia un peccato fare un sindaco e che faccia l’imprenditore in quanto da lavoro a delle famiglie, invece di ringraziare viene considerato un peccato”. Biasi afferma di dedicare tanto all’attività amministrativa e che lui riesce a fare qualcosa in più oltre al sindaco, “e poi non mi risulta che sono solo io ad aprire attività dismesse e speriamo che ce ne saranno altri. Il Pd non va a guardare le magagne all’interno e guarda agli altri, riferendosi ancora ai soldi delle primarie del Pd e mai rendicontate”. Biasi afferma che sarebbe giusto mettere in risalto un evento come quello dell’arrivo del principe, senza denigrarla o fare “spicciola ironia”, rivolgendosi all’ultima nota stampa di “Taurianova Futura” per quando riguarda il scuolabus e che sono, quelli attuali, sono vetusti e che si è dovuto prendere in prestito dal Comune di San Giorgio Morgeto e che “il servizio effettuato è quasi capillare”. Il sindaco Biasi chiude chiedendo la collaborazione di tutti.
Prende la parola il consigliere Ferraro e che dichiara che l’amministrazione Scionti aveva trovato una delibera per l’acquisto di uno scuolabus. Per quanto riguarda la revisione dei mezzi è una condizione che si dovrebbe fare ogni anno.
Si inizia con l’approvazione dei punti all’Ordine del Giorno, spiegando nei dettagli le motivazioni del conferimento delle cittadinanze onorarie a Salvo D’Acquisto e al Principe Alberto di Monaco.
Prende la parola il consigliere dem come dichiarazione di voto dichiarando che è d’accordo sulla cittadinanza onoraria a Salvi D’Acquisto contrariamente a quella del Principe Alberto di Monaco che “non ha senso”. E difendendo la consegna delle chiavi a Femia afferma che in altri tempi il sindaco Biasi consegnò le chiavi a dei partecipanti del Grande Fratello.
“E che la famiglia Grimaldi non ha nessun legame con la città di Taurianova e che non voterà la cittadinanza onoraria al Principe di Monaco, ma che voterà quella di Salvo D’Acquisto e che uscirà dall’aula”, e, “Biasi nonostante le tante precisazioni sulle primarie del Pd continua con stessa linea”.
Anche Fabio Scionti dichiara che voterà come Simone Marafioti, ovvero non al conferimento al Principe Alberto di Monaco, ma favorevole a Salvo D’Acquisto, inoltre precisa che “loro non sono mai stati coinvolti nelle loro iniziative se non per un invito a pranzo”. Poi rivolgendosi ad un cartello con la scritta “Feudo di Taurianova” precisa che andava scritto “Già feudo dei Grimaldi e che la Giunta non può vivere solo di parate, ma anche di contenuti”.
Si procede alla votazione dei vari punti e il conferimento alla cittadinanza onoraria a Salvo D’Acquisto la delibera passa all’unanimità. Dopo il voto “Taurianova Futura” lascia l’aula.
Il resto dei punti all’Odg compresa la cittadinanza onoraria al Principe Alberto di Monaco passa con i soli voti della maggioranza.

NOTA PER OPPORTUNA CONOSCENZA
Il consigliere della Lega Vincenzo Papalia ha parlato della questione pulizia delle erbacce sulla linea ferrata delle Ferrovie della Calabria nella Frazione di Amato, come altrove. Il pezzo a firma dello scrivente ha denunciato un problema annoso, e quindi che si protraeva da diversi anni ed a seguito di numerose sollecitazioni da diversi abitanti della frazione di Amato. Dopo il nostro pezzo in maniera celere (una settimana), gli operai delle Ferrovie della Calabria hanno pulito un importante tratto dalla miriade di erbacce. Abbiamo fatto (sempre lo scrivente) un pezzo per ringraziare gli operai della Ferrovie, senza accusare nessuno di essersi disinteressati (come abbiamo già avuto modo di precisare via social ad un identico attacco, senza, guarda caso, ricevere risposta), invitando a leggere bene e con attenzione quanto viene scritto negli articoli. Non comprendiamo le rimostranze pubbliche di Papalia né di “altri” in altri contesti. Abbiamo reso semplicemente un servizio alla città, come lo facciamo da molti anni a seguito di sollecitazioni di abitanti della frazione di Amato. Ugualmente lo abbiamo fatto anche per altri comuni e anche in molti casi siamo stati sempre ascoltati (sempre redatti dallo scrivente). (GL)