Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), SABATO 10 DICEMBRE 2022

SPECIALE L'AFFONDO, ROY BIASI DALLE ORE 18,00 RISPONDE SULLE PROBLEMATICHE AMMINISTRATIVE DEL COMUNE DI TAURIANOVA Siamo Live. Seguici
Torna su

Torna su

 
 

Taurianova, Forza Italia, “Non siamo in Consiglio Comunale per ricevere gratuitamente insulti e offese” Ci delude ancora una volta il Sindaco Biasi. Riesce a confermare atteggiamenti di poco spessore anche quando non viene chiamato in causa e si propone contro i consiglieri comunali di FI e FdI solo per cercare di salvare i suoi “fidi” e banali consiglieri dal disastro provocato in Consiglio Comunale o, anche, per disintossicarsi dall’ultima cocente delusione elettorale patita ancora una volta per mano del fuco amico della sua maggioranza

Taurianova, Forza Italia, “Non siamo in Consiglio Comunale per ricevere gratuitamente insulti e offese” Ci delude ancora una volta il Sindaco Biasi. Riesce a confermare atteggiamenti di poco spessore anche quando non viene chiamato in causa e si propone contro i consiglieri comunali di FI e FdI solo per cercare di salvare i suoi “fidi” e banali consiglieri dal disastro provocato in Consiglio Comunale o, anche, per disintossicarsi dall’ultima cocente delusione elettorale patita ancora una volta per mano del fuco amico della sua maggioranza

La politica è una cosa seria. La politica è quella parte organizzata della società che vuole spontaneamente assumersi il compito e la responsabilità di regolare la libera e civile convivenza. Questo viene fatto attraverso la militanza nei partiti o nei movimenti ma, soprattutto, attraverso le istituzioni democraticamente elette dai cittadini.
Affermando ciò sappiamo di non dire niente di eccezionale, abbiamo cercato di ricordare, sommariamente, i fondamentali dell’impegno politico a chi ritiene di interpretare il ruolo pubblico, delegato dai cittadini, come una partita di calcetto o, peggio ancora, come una disputa tra bambini della prima elementare.
Non è possibile nel XXI secolo assistere ancora alla mortificazione della massima espressione di democrazia, qual è appunto il Consiglio Comunale, attraverso l’ignoranza istituzionale, la mediocrità, il becero livore e l’inesistente spessore culturale.
Non siamo in Consiglio Comunale per ricevere gratuitamente insulti e offese. Siamo in quel posto per approfondire, valutare, spiegare, criticare e proporre. Siamo seduti tra i banchi dell’opposizione anche per capire da chi questa Città viene governata e anche per capire i legami politici e culturali a cui la maggioranza consiliare fa riferimento, in un momento in cui la coalizione di centro destra stravince le elezioni nazionali con possibili (vorremmo dire certe) ricadute positive anche per la nostra comunità. Questo abbiamo cercato di fare nell’ultimo consiglio comunale attraverso il nostro rappresentante consigliere Nello Stranges, stante i continui tentativi messi in campo da una stravagante e scolorita componente della maggioranza consiliare speranzosa, evidentemente, di accreditarsi voti e meriti rispetto al ragguardevole risultato raggiunto da Forza Italia, attestatosi come primo partito cittadino. Dunque, interrogativi e argomenti prettamente politici innescati con lo sguardo al futuro di Taurianova.
E’ stato il riconosciuto acume politico del Consigliere Mino Gallo (grande conoscitore di porti dove attraccare sempre la propria barca) e riconoscendo ancora ad esso l’intelligenza immediata e istintiva dei pappagalli, ad afferrare per primo il senso del ragionamento proposto approfondendolo tempestivamente con invettive personali, offese gratuite e scorrettezze puerili, corredate da una capacità oratoria esemplare (tralasciamo volutamente la capacità grammaticale), senza entrare nel merito della discussione. Al di là degli evidenti limiti di basso rilievo confermati dal soggetto in questione, la gravità delle affermazioni pronunciate a riguardo gli iscritti all’Associazione Pro Loco, ai ragazzi del Servizio Civile Nazionale e al nostro capogruppo, avranno anche strascichi giudiziari, perché è veramente umiliante essere considerati come volgari rappresentanti di scambio politico-elettorale a fronte invece di un impegno onesto, libero e passionale assunto in piena autonomia o a seguito di decreti assegnati da Enti e Istituzioni che nulla hanno a che fare con la politica e i partiti politici. ( per chi non ha avuto modo di seguire l’intervento del consigliere Gallo, “ Caro Stranges tu non hai passato nemmeno un fac simile ai soci della proloco e nemmeno ai ragazzi del servizio civile”. Con queste affermazioni, Il consigliere in questione si è reso protagonista di un primato assoluto, per la prima volta un consigliere di maggioranza accusa uno della minoranza di essere stato corretto e lo rimprovera Di NON AVER COMMESSO UN REATO in campagna elettorale..!! Non sappiamo se ridere, piangere, oppure avere pietà di così tanta ignoranza.
Al consigliere Gallo, bocciato sonoramente dall’elettorato e seduto in consiglio comunale solo in virtù delle surroghe avvenute per la nomina degli assessori, vogliamo ricordare che questo partito politico, a dispetto di quanto da lui affermato sulla consistenza numerica, è tra quelli meglio organizzati in Provincia, dotato di un coordinamento cittadino guidato da Francesco Modafferi, di un coordinamento giovanile guidato dal Dott. Natale Feo, di un coordinamento femminile Azzurro Donna con responsabile la Dr.ssa Domenica Iannone e ben 97 tesserati. Probabilmente l’ineffabile Mino Gallo nel descrivere Forza Italia pensava alla lista civica “Taurianova al Centro” nelle cui fila è stato prima trombato e poi ripescato, organizzazione politica locale riconosciuta ormai più per la ricerca spasmodica di incarichi in strutture politiche regionali o nei servizi sanitari di emergenza che per attività o pensieri utili alla Città.
Ci delude ancora una volta il Sindaco Biasi. Riesce a confermare atteggiamenti di poco spessore anche quando non viene chiamato in causa e si propone contro i consiglieri comunali di FI e FdI solo per cercare di salvare i suoi “fidi” e banali consiglieri dal disastro provocato in Consiglio Comunale o, anche, per disintossicarsi dall’ultima cocente delusione elettorale patita ancora una volta per mano del fuoco amico della sua maggioranza.
Ritorneremo sull’argomento se ce ne sarà bisogno ma ci premeva, in questo momento, ribadire quello che da tempo ormai affermiamo. L’equivoco di fondo che attraversa la maggioranza amministrativa della nostra Città e per alcune sue componenti l’ipocrita ed opportunistica millantata appartenenza a partiti politici di rilievo, non fanno altro che portare danno ai cittadini e allo sviluppo del nostro territorio.
Ne prenda atto il Sindaco Biasi. Prima lo farà, prima ne trarranno vantaggio lui e i cittadini.

I Coordinatori Cittadini
Forza Italia Francesco Modafferi
F.I. Giovani Natale Feo
Azzurro Donna Domenica Iannone