Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), WEDNESDAY 28 OCTOBER 2020

Torna su

Torna su

Notizie Popolari

 
 

Taurianova, Comunali, Prestileo, “la vecchia politica che ha fallito si ripresenta ancora oggi” Il candidato a sindaco del centrodestra, ha presentato la sua coalizione, accompagnato da alcuni esponenti istituzionali, non risparmiando frecciate agli avversari

Taurianova, Comunali, Prestileo, “la vecchia politica che ha fallito si ripresenta ancora oggi” Il candidato a sindaco del centrodestra, ha presentato la sua coalizione, accompagnato da alcuni esponenti istituzionali, non risparmiando frecciate agli avversari

Prima dell’inizio dei comizi, l’ultima in ordine di presentazione per la presentazione dei candidati, è stata la volta del candidato a sindaco per il centrodestra (senza Lega), Daniele Prestileo.
Prestileo è appoggiato da cinque liste, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Unione di Centro, Lega per l’Italia e Mdr.
Ieri sera l’incontro con i cittadini a Piazza Italia un parterre formato esponenti provinciali e regionali dei vari partiti che formano la coalizione. Introdotti da Cettina Nicolosi vicecoordinatore cittadino di Forza Italia ed ex candidato a sindaco, sconfitta alle scorse elezioni.
Tra i presenti hanno preso la parola nell’ordine, Aurelio Timpani e Massimo Ripepi di FdI, Luigi Fedele dell’Udc, il consigliere regionale forzista Raffaele Sainato e il deputato di FI Francesco Cannizzaro.
Dopo le presenrtazioni di rito, prende la parola Daniele Prestileo il quale inizia con la sua “pagina di storia” da scrivere, “questa coalizione da qualche avversario definita con un aggettivo che non voglio ripetere il termine per motivi istituzionali”, Prestileo continua, “siamo abituati e riflettere su ogni cosa, noi abbiamo come credo quello del noi e non dell’io”. E che non lo vediamo in giro perché lavora dalla mattina alla sera perché se non lavora
Prestileo motiva la sua candidatura a sindaco dopo l’esperienza avuta la scorsa volta quando ha “messo la faccia” e “in maniera rocambolesca ho fatto il mio ingresso in consiglio comunale avendo messo la faccia in un altro progetto che ha tradito i miei ideali”, andando duramente parlando di “azioni becere e nonostante tutto chiedevo trasparenza, chiarezza e che non vengono ancora garantiti (…), è stato tradito quel progetto (…), tutto ciò ha fatto sì che maturasse spontaneamente quiesto progetto”. Ricordiamo che Prestileo era candidato nel Partito Democratico a sostegno dell’ex sindaco Fabio Scionti e fu surrogato in Consiglio Comunale per la dimissione di due consiglieri comunali.
Poi la stoccata all’altro candidato a sindaco Roy Biasi, “la gente è stanca della politica al di là che qualcuno vuole vendere fumo dicendo che tutti volevano andare con loro (…) ma la difficoltà di fare le liste l’abbiamo avuta tutti”. Continua dicendo che “in questo periodo storico tanta gente perbene ha paura di avvicinarsi alla politica per paura di ripercussioni giudiziarie o per altre problematiche”, inoltre, “si ha la paura di schierarsi in questo paese”. Prestileo punta il dito contro “le false promesse, Taurianova sembra la Fiat, la Mediaset, vengono garantiti lavori a tutti”.
“Tutti questi personaggi della politica passata e ne è fotografia oggi Taurianova, politicamente hanno fallito e si ripresentano (…) , sono sempre gli stessi di cinque anni fa (…) ho rivisto i comizi di cinque anni fa le parole sono sempre le stesse (…) mancano solo le bacche Goji di poi il comizio è sempre uguale”. Non risparmia nemmeno il vicepresidente della giunta regionale Nino Spirlì, accusandolo, nonostante sia una “presenza importante” che “non l’ho mai visto a Taurianova e non ha fatto nulla per Taurianova al di là di qualche selfie nella Regione non ha fatto nulla”.
Poi descrive alcuni punti del programma tra i quali come primo punto la sanità con un “ambulatorio gratuito con dei medici a disposizione, dando un supporto all’Asp”, “potenziare il Pronto Soccorso”, rafforzando e potenziando le strutture già esistenti.
Poi avere cura per il verde pubblico, decoro urbano, pista ciclabile, sport, “noi non menzioneremo il palazzetto dello sport come fanno altri”, installazione delle telecamere contro “ladri e sporcaccioni”. Poi uno sguardo ai professionisti sugli affidamenti diretti con una “short list” e uno sguardo sull’artigianato. Oltre a un test di gradimento anonimi con i cittadini se dovesse essere eletto a sindaco e risolvere il problema infinito dell’acqua compreso il pozzo del cimitero di Jatrinoli.
La serata viene chiusa dal deputato Francesco Cannizzaro il quale ha garantito pieno appoggio a Prestileo in ogni grado istituzionale, il quale ribadisce che il centrodestra sono loro e che gli “interessa poco a chi ha assunto le distanze” e che chi “si distingue e si distacca siamo noi”. Ma soprattutto Cannizzaro afferma che, chi certo non starà con noi il 23 settembre, non starà con noi nemmeno dopo”, ovviamente “contro quella piccola minoranza che ha voluto andare per conto suo”. Il riferimento è chiaro alla coalizione di Biasi e al suo vicesindaco in pectore Nino Caridi, quest’ultimo nel gruppo regionale di Forza Italia.
(GiLar)

Change privacy settings