Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), MARTEDì 27 FEBBRAIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Taurianova, bloccate le uniche due vie di accesso alla Monteleone-Pascoli Questa mattina genitori sul piede di guerra per via dei disagi causati dal blocco delle due arterie che portano all'istituto scolastico. Da una parte i lavori in corso, dall'altra il mercato settimanale

Taurianova, bloccate le uniche due vie di accesso alla Monteleone-Pascoli Questa mattina genitori sul piede di guerra per via dei disagi causati dal blocco delle due arterie che portano all'istituto scolastico. Da una parte i lavori in corso, dall'altra il mercato settimanale
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Da martedì scorso, via VIII settembre, è interessata dai lavori di riparazione alla rete fognaria. Questa è una delle arterie di accesso al plesso dell’istituto comprensivo Monteleone-Pascoli, che ospita l’asilo e le scuole medie. La seconda via di accesso allo stesso istituto, è invece una di quelle che ogni giovedì, ospitano il mercato settimanale. Fin qui tutto normale, se non fosse che, proprio stamattina, senza tenere conto del fatto che la VIII settembre è per forza di cose interrotta, dal Comune nessuno ha pensato di spostare le bancarelle del mercato, per lasciare almeno una via di accesso alla scuola libera, cosicché, si è scatenata la protesta dei genitori. Questi, accompagnando i propri figli a scuola, hanno trovato l’amara sorpresa. Nonostante il forte temporale che imperversava, sono stati infatti costretti a lasciare i propri figli ben lontano dal cancello di entrata. Un disagio notevole, che ha portato gli stessi a protestare negli uffici comunali, facendo valere le loro ragioni. A loro avviso, non solo le avverse condizioni climatiche avrebbero potuto causare seri danni ai bambini ma, in caso di emergenza, nessuna ambulanza avrebbe potuto raggiungere l’istituto. Queste nobili ragioni però, non sarebbero state recepite dai funzionari comunali, come ha raccontato Giuseppe Rigoli, ex consigliere comunale di opposizione, che ogni mattina, proprio in quella scuola, accompagna le sue due figlie. «L’interruzione della strada, dovuta alla rottura di un tubo, ci può stare – ha sottolineato – ma non avere previsto, specie dopo l’allerta meteo che già da qualche giorno era stato comunicato, una disposizione diversa del mercato settimanale ci dovrebbe aiutare a capire come nel nostro Comune l’incapacità regni sovrana. Io e mia moglie, durante una conversazione telefonica con un funzionario comunale, abbiamo tentato (senza riuscirci) di spiegare che un eventuale temporale all’uscita dei ragazzi e dei bambini dalla scuola avrebbe potuto causare seri e gravi problemi. La risposa è stata: “serve la collaborazione di tutti, e poi i genitori non possono pretendere di arrivare fino alla scuola con il sedere sulla macchina”. Tutto ciò  – ha continuato Rigoli – non è imputabile ai Vigili Urbani, che già lavorano in situazioni molto precarie a causa di un organico risicato. Ma chi di competenza avrebbe dovuto farsi trovare stamattina per disporre i vari commercianti ambulanti in modo tale da garantire un passaggio al fine di evitare che eventuali temporali possano causare qualche guaio ai ragazzi e bambini. Nel nostro Comune si è incapaci di prevenire disagi e pericoli vari, ma si è capacissimi quando si tratta di “organizzare” concorsi». Proprio i vigili urbani, hanno infine trovato la soluzione al problema. Gli stessi infatti hanno provveduto ad aprire, forzandolo, un cancello secondario ormai in disuso, posto a pochi metri dall’entrata principale.

Grazie per aver letto questo contenuto, continua a seguirci!!