Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), MONDAY 14 JUNE 2021

Torna su

Torna su

Notizie Popolari

 
 

Serie B : la Reggina “gondola” a Venezia Il Venezia colpisce due traverse per poi cadere sotto i colpi di Di Chiara e Situm

Serie B : la Reggina “gondola” a Venezia Il Venezia colpisce due traverse per poi cadere sotto i colpi di Di Chiara e Situm

DI ANTONIO SPINA
Per gli amaranto impegno ostico al “Penzo” contro il Venezia di Paolo Zanetti, in piena lotta per un posto nei playoff. Defezione importante tra i padroni di casa ; il tecnico dei lagunari, infatti, deve rinunciare al bomber Francesco Forte (12 reti in stagione), out per un problema muscolare. Baroni, dal canto suo, lascia fuori Ménez – problema muscolare – e dà fiducia in attacco ad Okwonkwo, supportato da Situm, Edera, Kingsley. Il Venezia inizia con personalità cercando di mettere subito pressione alla difesa avversaria. Col trascorrere dei minuti, la Reggina prende le misure e si fa vedere dalle parti di Pomini, con i tentativi poco precisi di Situm e Di Chiara. Le occasioni più importanti del primo tempo sono appannaggio del Venezia che pesca due legni clamorosi al 35′ con Johnsen, tocco morbido, e sette minuti più tardi con Modolo di piatto sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla trequarti. In entrambe le circostanze la traversa salva Nicolas e Reggina che deve ringraziare la dea bendata.

La ripresa inizia nel migliore dei modi perché Di Chiara, sfrutta un’uscita non ottimale di Pomini, su punizione battuta da Edera, e il suo diagonale si insacca tra una selva di gambe. Sette minuti e Reggina avanti al Penzo. Subìto lo svantaggio gli uomini di Zanetti, anche con gli ingressi di Bocalon e Di Mariano, spingono a testa bassa. Ma gli amaranto, stasera in divisa bianca, sono letali e raddoppiano con Situm abile a destreggiarsi dal limite e battere l’estremo difensore veneto con un gran tiro a giro (67′). Acquisito il doppio vantaggio, la Reggina si difende con ordine senza correre grossi pericoli conducendo in porto una vittoria che l’allontana, forse definitivamente, dalla zona pericolosa.

mde