Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), LUNEDì 15 LUGLIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Scontenti del centrodestra, pensano ad un progetto sociale per l’Italia

Scontenti del centrodestra, pensano ad un progetto sociale per l’Italia

| Il 14, Lug 2012

Riunione a Catanzaro di semplici cittadini ed esponenti di movimenti ed associazioni

Scontenti del centrodestra, pensano ad un progetto sociale per l’Italia

Riunione a Catanzaro di semplici cittadini ed esponenti di movimenti ed associazioni

 

 

Riceviamo e pubblichiamo:

Mentre nell’Italia della seconda Repubblica si sgretola il sistema dei partiti e trionfa il qualunquismo dell’anticasta dei grillini, in Europa spira sempre più forte il vento dell’Alternativa Nazional-Popolare incarnata dai Movimenti della Destra Sociale – in particolare il Front National di Marine Le Pen in Francia e poi il Jobbik ungherese, il British Party inglese, ed i Movimenti spagnoli, belgi, norvegesi, ecc., che venerdì 7 e sabato 8 si sono incontrati a Milano per il battesimo italiano dell’Alleanza Europea dei Movimenti Nazionalisti (AEMN), che per l’Italia ha come membro la Fiamma Tricolore dell’On.le Luca Romagnoli.

Partendo da questo assunto, un gruppo eterogeneo di persone, alcuni a titolo personale mentre altri in rappresentanza di movimenti ed associazioni che si richiamano alla variegata area dell’antagonismo sociale e nazional-popolare di destra e che si sono dichiarati scontenti di come si è finora agito nel cd. Centrodestra italiano, si è riunito nei giorni scorsi a Catanzaro per ragionare sulle reali possibilità di unirsi intorno ad un progetto sociale per l’Italia, che ridia senso e dignità politica ad un’area troppo spesso disgregata e colpita soprattutto dal fenomeno astensionista e che vuole tornare ad essere presente sulla scena politica e protagonista del necessario cambiamento che la crisi globale in atto impone.

I partecipanti all’iniziativa hanno unanimemente convenuto su una bozza di “programma aperto”, soprattutto a successive ed auspicabili adesioni, suggerimenti ed integrazioni che servano a renderlo più concreto ed attuale, dal titolo “Gli Italiani innanzi tutto!”. Il programma ruota attorno alla riconosciuta centralità dell’Uomo nel sistema politico-economico, che per realizzarsi ha bisogno di poter creare una Famiglia sui presupposti essenziali dell’accesso al Lavoro ed alla Casa. Da qui i punti programmatici che sono stati stilati ed attorno ai quali si è iniziato a costruire il programma politico dell’area, che và dalla riconquista della Dignità Nazionale dello Stato alle politiche di difesa europee; dalla necessità di riscatto della Calabria e del Sud, che passano attraverso “Obiettivo Mediterraneo” e la leadership di questo mercato sulla falsariga degli altri mercati esistenti in altre aree del mondo, alla difesa ed al rilancio dei prodotti nazionali; dalla protezione della Natura alla prevenzione del territorio; dalla attualizzazione della Carta Costituzionale al concreto riconoscimento della Sovranità Popolare; dal contrasto ad ogni tipo di politica globalizzatrice alla ripresa del controllo pubblico su beni e servizi essenziali quali, acqua, energia, telecomunicazioni, trasporti, economia, sanità; dal sostegno alla Ricerca, all’Arte ed alla Cultura alla riorganizzazione della Scuola, perchè torni ad essere gratuita e selettiva; dalle Pensioni assicurate, alla riqualificazione della Sanità, al Diritto alla Vita ed alla Maternità.

Ed è su questo programma che si chiamano al confronto delle Idee quanti vi si riconoscono, per il risveglio sociale e politico del nostro Popolo e per costruire assieme l’alternativa sociale e nazional-popolare ai professionisti dell’antipolitica ed alla malapolitica, oggi in voga in tanti ambienti, soprattutto in quelli radical-chic e dell’alta finanza.

Si coglie l’occasione per porgere i nostri distinti saluti.

Coordinamento provvisorio della Costituente Federativa per il RISVEGLIO SOCIALE