Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), SABATO 15 GIUGNO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Sanità, ieri una riunione tra i sindaci del lametino

Sanità, ieri una riunione tra i sindaci del lametino

| Il 11, Giu 2011

Dall’incontro è emersa la necessità di un rinnovamento del settore

Sanità, ieri una riunione tra i sindaci del lametino

Dall’incontro è emersa la necessità di un rinnovamento del settore

 

Il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza, è intervenuto ieri all’incontro tenutosi nella sala riunioni del Comune tra i sindaci del comprensorio e il comitato in difesa della sanità. Il sindaco ha apprezzato molto che ci sia stato quest’incontro, ne ha condiviso la piattaforma che ne sta alla base e che da parte di molti sindaci del comprensorio il Comune di Lamezia sia stato invitato ad avere un ruolo guida nella sanità. “Io avrò un ruolo – ha detto Speranza – molto serio, onesto e equilibrato. I sindaci sulla sanità non seguono una logica di schieramento. Quindi chiediamo che ci sia un’inversione di tendenza sulla sanità pubblica: primari di qualità in tutti i settori, investimenti sulla sanità territoriale, sulle risorse tecnologiche e sui servizi”. Speranza ha sottolineato l’importanza di mettere al centro i bisogni dei cittadini e soprattutto  le fasce più deboli della popolazioni e i malati, che “non devono essere messi dentro il tritacarne della politica”. “Sulla sanità – ha continuato – si è fatta troppo spesso cattiva politica. Si deve fare invece una buona politica di rispetto dei diritti dei cittadini, di rispetto alla professionalità e all’impegno del personale medico e paramedico, del volontariato, laico e religioso, nei nostri ospedali. Così come con la stessa trasparenza con cui siamo stati decisamente contrari all’accorpamento dell’azienda sanitaria di Catanzaro con quella di Lamezia, durante la giunta Loiero, con la stessa lealtà poniamo oggi alla giunta regionale le questioni legate alla nostra sanità territoriale e alla necessità che il Piano di rientro della spesa non intacchi i reparti fondamentali del nostro ospedale come invece è espressamente previsto. Valuto molto positivamente e do un significato di grande rilievo all’incontro di stamane con monsignor Cantafora sui problemi della sanità proprio perché l’intervento della chiesa a favore dei bisogni dei cittadini evita che tutto possa ridursi alle solite diatribe e polemiche. Il 20 ci sarà l’incontro pubblico che sarà un’importante tappa al quale la nostra Amministrazione parteciperà in maniera molto attiva”.