Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), SABATO 20 LUGLIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Regione, presentato un progetto di legge per agevolare le famiglie povere

Regione, presentato un progetto di legge per agevolare le famiglie povere

| Il 16, Dic 2010

Tripodi (Udc): “Verrà istituito un fondo regionale per il quoziente familiare attraverso il quale saranno concesse prestazioni sociali agevolate”

Regione, presentato un progetto di legge per agevolare le famiglie povere

 

Tripodi (Udc): “Verrà istituito un fondo regionale per il quoziente familiare attraverso il quale saranno concesse prestazioni sociali agevolate”

 

“Dai dati della Banca d’Italia, emerge come le famiglie povere in Italia continuino inarrestabilmente a crescere. Solo tra il 2006 e il 2008, il reddito medio delle famiglie è diminuito del 4%. In particolare poi, da una comparazione delle diverse regioni, si registra come il differenziale nei tassi di povertà relativa al Sud e quelli del resto del Paese, costituisca l’aspetto più evidente del ‘modello di povertà italiano’. Da qui, il progetto di legge di cui mi sono reso promotore per l’introduzione di ‘prestazioni sociali agevolate a favore delle famiglie’”. E’ quanto rende noto il capogruppo dell’Udc in Consiglio regionale, Pasquale Tripodi che aggiunge: “E’ quanto mai necessario avviare un processo legislativo per garantire agevolazioni alle famiglie, applicando il cosiddetto ‘quoziente familiare’, introdotto in Calabria con la legge regionale n. 1 del 2004, “Politiche regionali per la famiglia”. “Con la proposta normativa che ho presentato nei giorni scorsi – sottolinea Tripodi – si definiscono meccanismo di applicazione ed ambiti d’intervento per quanto riguarda le agevolazioni tariffarie applicate dagli Enti a favore delle famiglie che hanno determinati requisiti, partendo dall’indicatore familiare ISEE, (un indice del costo della vita utilizzato per stimare la condizione socio economica della famiglia tenendo presente il ‘peso’ dei componenti il nucleo familiare)”. “Secondo quanto stabilito nella proposta normativa, la Regione, per la promozione e l’attuazione delle politiche sociali a favore delle famiglie, istituisce un fondo regionale per il quoziente familiare, attraverso il quale -spiega il capogruppo dell’Udc – verranno finanziati gli Enti pubblici e privati che concederanno prestazioni sociali agevolate per servizi erogati nel territorio regionale, tenendo conto delle situazioni sociali ed economiche dei componenti delle famiglie secondo il preciso ordine di priorità stabilito all’art. 4, comma 7 della L.R. n. 1/2004. Dunque, le prestazioni sociali agevolate, cioè gli aiuti economici e i servizi sociali di assistenza ai cittadini che ne hanno diritto sulla base della condizione economica e sociale, saranno determinate ed erogate sulla scorta del Quoziente Familiare Calabria (QFC). Determinato per ogni singolo nucleo familiare, il quoziente è definito da una formula matematica che stabilisce il quantum dell’ulteriore agevolazione dopo l’applicazione dell’ISEE”. Conclude Tripodi: “Fra le diverse agevolazioni tariffarie sui servizi erogati, la presente proposta normativa prevede quelle relative all’assistenza familiare di soggetti deboli (disabili, anziani, ecc.) attraverso aiuti professionali; l’accesso al diritto agli studi primari, superiori e universitari; sussidi a soggetti portatori di handicap; accesso a strutture per lo svolgimento di attività culturali e sportive”.

redazione@approdonews.it