Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), LUNEDì 15 LUGLIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Processo “Eyphemos”. Assolti dal reato associativo e scarcerati i fratelli Nicola e Rocco Graziano Delfino Rideterminate le pene per molti imputati. Assolto perché il fatto non sussiste anche il Senatore Marco Siclari

Processo “Eyphemos”. Assolti dal reato associativo e scarcerati i fratelli Nicola e Rocco Graziano Delfino Rideterminate le pene per molti imputati. Assolto perché il fatto non sussiste anche il Senatore Marco Siclari

La Corte di appello di Reggio Calabria, Prima Sezione Penale, ha definito il secondo grado del procedimento penale denominato “Eyphemos”, trattato con il rito abbreviato.
La sentenza di primo grado, emessa dal GUP di Reggio Calabria il 28 settembre 2021, ha subito riforme sostanziali a favore della difesa, anche con riferimento alle pene che erano state irrogate in primo grado.
Tra le pronunce di assoluzione spiccano quelle di Delfino Nicola, 39 anni, residente a Sant’Eufemia d’Aspromonte, difeso dagli Avvocati Giuseppe Alvaro del Foro di Palmi e Giacomo Iaria del Foro di Reggio Calabria, e di Delfino Rocco Graziano, 37 anni, residente a Sinopoli, difeso dagli Avvocati Giuseppe Alvaro del Foro di Palmi e Giuseppe Alvaro del Foro di Reggio Calabria. I fratelli Delfino erano stati condannati in primo grado alle pene, rispettivamente, di 14 anni e 8 mesi di reclusione, e 16 anni e 8 mesi di reclusione, per il delitto di associazione a delinquere di stampo mafioso. Nei loro confronti la Corte di appello ha dichiarato l’inefficacia della misura custodiale e ne ha ordinato l’immediata scarcerazione se non ristretti per altra causa.
Assolto perché il fatto non sussiste anche il Senatore Marco Siclari, che in primo grado era stato condannato alla pena di 5 anni e 4 mesi di reclusione per scambio elettorale politico mafioso.