Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), MERCOLEDì 17 APRILE 2024

Torna su

Torna su

 
 

Vista l’indifferenza da parte di tutti, riproponiamo. Non si vede nessuna luce in fondo al tunnel per il Cup di Taurianova: Sperando che il Commissario Asp RC Di Furia intervenga al più presto! Purtroppo la situazione è al collasso in quanto i cittadini per ricevere delle visite devono ogni mattina stilare un "diario di bordo" per registrare le ricette

Vista l’indifferenza da parte di tutti, riproponiamo. Non si vede nessuna luce in fondo al tunnel per il Cup di Taurianova: Sperando che il Commissario Asp RC Di Furia intervenga al più presto! Purtroppo la situazione è al collasso in quanto i cittadini per ricevere delle visite devono ogni mattina stilare un "diario di bordo" per registrare le ricette

Nulla è cambiato ancora in merito alla situazione disagevole del Centro Unico di Prenotazione sito al Poliambulatorio di Taurianova. Ancora chiuso in quanto l’unica operatrice è in malattia. I disagi sono tanti, ma nulla ancora si muove all’Asp di Reggio Calabria.
Una sola persona non basta più e non bastava nemmeno prima a dire il vero.
Questa annosa e gravissima situazione porta al collasso le varie strutture ambulatoriali, ma soprattutto crea gravi disagi ai cittadini costretti a recarsi in altri paesi per registrare le varie ricette sanitarie.
Paradossale, e lo avevamo già denunciato nei giorni scorsi, quello dei pazienti bisognosi di cure al Centro di Salute Mentale di Taurianova, polo d’eccellenza e con numeri importanti per gli ingressi alle cure, che devono recarsi a Laureana di Borrello, registrare e poi recarsi a Taurianova per la visita. E non sono solo quelli della Piana, ma del Centro usufruiscono anche cittadini provenienti dal Vibonese (sic!). Quindi, immaginate una persona di Nicotera o di Serra San Bruno che deve prima recarsi a Laureana a registrare la ricetta per poi recarsi a Taurianova per la visita: Un calvario!
Manca la politica, mancano gli attestati di solidarietà e nemmeno un “selfie” di incoraggiamento da parte delle istituzioni, diciamo che si sta in balia delle onde. Soli e senza alcuna risposta.
Facciamo appello, facendoci portavoce della gravosa situazione al Commissario dell’Asp reggina Lucia Di Furia, affinché intervenga al più presto e risolvere questa situazione che sta confinando quasi al limite della vergogna. La dott.ssa Di Furia sensibile a questi temi e operativa in altri contesti con decisioni risolutive, siamo certi che a breve porrà rimedio al problema gravissimo che si presenta puntualmente a Taurianova. Attendiamo risposte, ma li attendono soprattutto i cittadini.
(GiLar)