Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), LUNEDì 22 LUGLIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

“Ministro Grillo blocchi commissariamento sanità” Lo dichiara il senatore forzista Marco Siclari

“Ministro Grillo blocchi commissariamento sanità” Lo dichiara il senatore forzista Marco Siclari
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

«Alla Grillo in Calabria continuo a chiedere, da oltre 10 mesi, una cosa soltanto: la fine del commissariamento della sanità calabrese, adesso non in campagna elettorale per le regionali. Salviamo da subito i calabresi. La nostra salute non può rimanere in sospeso fino ai tempi della campagna elettorale. I commissari del Governo hanno fallito, sono stati chiusi ospedali, sono stati mandati in pensione Medici senza sostituzioni, adesso si taglia al privato convenzionato che prova a compensare le mancanze del pubblico». Il senatore forzista Marco Siclari che da capogruppo in commissione Igiene e Sanità ha fin da subito puntato i riflettori sull’emergenza sanitaria in Calabria denunciando, in particolar modo, le carenze del sistema sanitario pubblico e i deficit dello strumento commissariale, coglie l’occasione della visita del Ministro Grillo a Reggio Calabria per chiedere interventi tempestivi e risolutivi.

«Il Ministro viene a festeggiare anche la fine del privato convenzionato in Calabria. Proprio ieri i privati convenzionati sono stati costretti a firmare, pena l’esclusione, contratti al 50%. Riduzioni che mettono in ginocchio la sanità privata e, così facendo, i Lea non sono più un diritto dei reggini! Chiedo al Ministro di fare il primo atto concreto bloccando questa riduzione. Non abbiamo ospedali pubblici adeguati e manca un organico sufficiente, per cui tagliare anche ai privati convenzionati significa dire ai calabresi: se hai i soldi ti curi altrimenti muori. Ed ecco perché, ancora una volta, chiedo di uscire dal commissariamento per avere i fondi necessari per strutturare i nostri ospedali e costruirne nuovi, aumentare l’organico con nuovi concorsi e rafforzare quel privato efficace ed efficiente», ha concluso il senatore azzurro.