Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), SABATO 25 MAGGIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

L’ANPI di Taurianova ricorda il partigiano Salvatore “Bibi” Carrozza il 25 aprile Nell'ottantesimo anniversario della sua fucilazione avvenuta a Parma il 18 aprile del 1944

L’ANPI di Taurianova ricorda il partigiano Salvatore “Bibi” Carrozza il 25 aprile Nell'ottantesimo anniversario della sua fucilazione avvenuta a Parma il 18 aprile del 1944

L’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia – Sezione “Bibi” Carrozza” di Taurianova ricorda
l’ottantesimo anniversario della fucilazione del Partigiano Salvatore “Bibi” Carrozza, avvenuta il 18
aprile del 1944 a Parma.
La STORIA
Salvatore “Bibi” Carrozza nacque a Jatrinoli (divenuta poi Taurianova) il 2 luglio 1914, dopo l’8
settembre del ’43, rimasto bloccato nel Nord Italia come altre migliaia di militari meridionali, scelse
la lotta partigiana e con il nome di battaglia “BIBI” entrò a far parte della XII Brigata Garibaldi ”Fermo
Ognibene” – distaccamento Grifffth – operante in provincia di Parma.
Il 13 aprile del 1944 questo distaccamento si trovava accampato nelle vicinanze della cima del
Monte Montagnana quando, durante la notte, un reparto tedesco, affiancato da un plotone di
fascisti della Guardia Nazionale Repubblicana, colse di sorpresa i partigiani e nel corso del conflitto
a fuoco cinque di loro persero la vita, mentre altri cinquantaquattro – e tra essi Salvatore Carrozzafurono catturati e rinchiusi nel carcere di San Francesco a Parma.
Tra il 17 ed il 20 aprile 1944 i patrioti della Griffth furono portati davanti al Tribunale Speciale
Fascista e condannati a morte.
Il 18 aprile, i partigiani Afro FORMIA, Anteo DONATI ed il nostro Salvatore “BIBI” CARROZZA, vennero
fucilati dietro le mura del cimitero di Monticelli Terme, i suoi I resti ripossano nel cimitero di
Monticelli Terme (Parma), dove una lapide marmorea ricorda la guerra di Liberazione.
Nel 1984, nel 40° della ricorrenza, ai parenti di Salvatore, il Comune di Montechiarugolo ha
consegnato una medaglia d’oro al valor militare alla memoria.

La Memoria
Come Salvatore “Bibi” Carrozza altri Partigiani taurianovesi combatterono nella Resistenza Italiana
nel Nord fino alla vittoria e alla Liberazione dell’Italia dal nazifascismo.
Tanti altri soldati taurianovesi contribuirono egualmente alla lotta di Resistenza rifiutandosi, dopo
l’8 settembre 1943, di combattere al fianco dell’esercito tedesco e dei fascisti della Repubblica
Sociale di Salò. Rifiuto che costò loro la deportazione nei lager nazisti senza il riparo delle garanzie
internazionali riconosciute ai prigionieri di guerra che per alcuni comportò la morte.
Al sacrificio di questi uomini verrà dedicato il nostro prossimo 25 Aprile – Festa della Liberazione,
con un Recital di letture tratte dalle “Lettere dei condannati a morte della Resistenza Italiana” e dal
racconto autobigrafico “Se questo è un uomo” di Primo Levi, che si svolgerà, alle ore 18,00, presso
la Chiesa del Rosario a cura del Gruppo Teatro Elastico di Taurianova
.