Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), WEDNESDAY 28 OCTOBER 2020

Torna su

Torna su

Notizie Popolari

 
 

La Taurianovese ritorna a sorridere

La Taurianovese ritorna a sorridere

Africo piegato di misura da un gol su rigore del difensore Condrò

La Taurianovese ritorna a sorridere

Africo piegato di misura da un gol su rigore del difensore Condrò

 

TAURIANOVA – Vince, ma ancora non convince del tutto, la Taurianovese, che piega al “Matteotti” l’Africo tornando alla vittoria dopo oltre 20 giorni di digiuno. Non è stata una gara semplice contro un team, quello jonico, rimaneggiato e rimasto in dieci per quasi un tempo ma che tuttavia ha mancato di un soffio il pari nel finale. I tre punti, ed era la cosa più importante, sono arrivati, ma c’è parecchio da lavorare ancora. A decidere la contesa un calcio di rigore di Condrò, ma il match si poteva chiudere già prima con qualche occasione di troppo sciupata sotto porta. Scionti deve rinunciare a Brogna, squalificato. Davanti a Dagostino linea a quattro con Esposito e Barreca laterali, Startari e Condrò (preferito a Iannello) centrali. In mezzo al campo agiscono Serpentino, Paparatti e Sicari con Romano dietro al tandem Larocca-Carbone. Taurianovese che inizia discretamente, grazie anche alla verve di Carbone che tiene costantemente in apprensione la difesa ospite. Il “toro” infatti per due volte nei primi 20′ sguscia via ai difensori ospiti ma in un’occasione trova la respinta di Cogliandro e nell’altra calcia a lato. Poi si trasforma in vesti di assist man servendo una palla in mezzo per Romano il quale calcia di sinistro mandando abbondantemente alto. Scionti intanto inverte le corsie laterali difensive mandando Esposito a sinistra e Barreca (il cui inizio era stato un pò balbettante) a destra. Mossa che si rivelerà decisiva perché farà crescere il rendimento di entrambi. Dall’altra parte gli unici sussulti li regalano Favasuli S. su punizione e Alampi che dalla distanza per poco non trova il gol della domenica. A 10′ dalla fine della prima frazione il tecnico di casa decide di cambiare: fuori Sicari e dentro Mammola. Proprio il neoentrato, schieratosi a sinistra, al 43′ si procura il calcio di rigore che deciderà il match a seguito di un tocco di mano di un difensore africese. Dal dischetto Condrò è di una precisione chirurgica e non lascia scampo a Cogliandro. Nella ripresa è ancora super Carbone che tiene costantemente in pericolo l’Africo e ancora Cogliandro con il piede gli nega la gioia del gol. Le cose, all’apparenza, sembrano andare bene quando gli ospiti restano in dieci a causa del rosso rifilato al difensore Mollica. Ed effettivamente si potrebbe chiudere anticipatamente il match, ma alla mezz’ora Larocca non concretizza due ottime palle gol, la prima colpendo male di testa a centro area, e la seconda facendosi anticipare, sempre nella stessa posizione, da un difensore avversaria. Africo pericoloso con una bella punizione di Morabito, ma la Taurianovese sfiora il bis con Carbone di testa su angolo. Al 41′ brivido per i locali: da destra Modafferi lascia partire un cross con il contagiri per Criaco F. che tutto solo in area piccola centra il palo da distanza ravvicinata. Scionti a questo punto inserisce altri due difensori, Marano e Iannello, mentre l’Africo resta in nove. Gli assalti ospiti sono vani e dopo 5′ di recupero l’arbitro Palmieri (insufficiente il suo operato) chiude la contesa. Adesso c’è la trasferta in casa della capolista Brancaleone.

Change privacy settings