Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), SABATO 20 LUGLIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

La lanterna di Diogene

La lanterna di Diogene

| Il 15, Lug 2011

La “guerra” del pane nella Piana di Gioia Tauro

La lanterna di Diogene

La “guerra” del pane nella Piana di Gioia Tauro

 

Italo Calvino disse che la «La fantasia è come la marmellata, bisogna che sia spalmata su una solida fetta di pane», ma se il pane manca la fantasia resta solo ai panettieri ed alla povera gente nemmeno la marmellata da spalmare. Gli aumenti selvaggi del prezzo del pane che hanno inciso non di poco nelle tasche degli abitanti della Piana di Gioia Tauro, rischiano di creare una vera e propria cosiddetta “guerra del pane”.

Fortunatamente non tutti i forni dove si produce pane hanno seguito questa via scellerata, difesi, a mio avviso inopportunamente anche dalla Confesercenti, facendo sì che questa si trasformi in una particolare “casta” del pane, sia per i metodi che per le azioni che hanno fatto aumentare di ben 50 centesimi al chilo, portandolo dalle 2 alle 2,50 euro al chilogrammo; e se per caso vorreste comprare mezzo chilo non lo pagate 1,25 euro ma bensì 1,30 euro (sic!). Quanto resta nelle tasche dei panettieri di guadagno per un prodotto fatto solo di acqua, farina e lievito più i costi di produzione? Secondo degli studi di ricerca 200 kg di pane costerebbero circa 207, 50 euro quindi dividendolo al giorno 1 kg di pane costerebbe 1,33 euro. Il guadagno su un chilo di pane sarebbe di circa 1,20 moltiplicandolo per una base di 100 kg arriveremmo a 120 euro.

Se tale risultato sarà contestato da chi ha aumentato il prezzo, spero che tali producano dettagliatamente il prezzo di 100 kg in base agli aumenti di questi ultimi giorni, sarebbe davvero interessante capire e soprattutto sapere il reale prezzo di guadagno dei panettieri della Piana di Gioia Tauro. Si parla di lotta all’abusivismo dei forni per la produzione di pane, addirittura ho letto in un noto quotidiano locale le seguenti frasi “Ci sono casi di panettieri abusivi che portano il forno a temperatura usando pneumatici di automobili”, ed ecco che entra in gioco la “fantasia”, quella che sfida le più elementari leggi della chimica e della fisica in tema di materiali citati e fusi a caldo, ed il tutto per creare solo ed esclusivamente una sorta di “paura del pane”. Sarebbe opportuno essere per le regole ed il rispetto della legge come delle condizioni di igiene e di salute prescritte dalle norme che disciplinano tali attività, ma mettetevi nei panni della povera gente che vedendosi rincari di spese di carburante, spese sanitarie ed altro ancora, vedersi aumentare anche il costo di un bene di prima necessità come il pane, credo che chiunque andrebbe alla ricerca del forno abusivo per risparmiare e magari comprare il cosiddetto pane casereccio. Ci sono però dei panettieri dotati di buon senso che il prezzo del pane non l’hanno aumentato e ad essi va l’approvazione ed un plauso per il loro coraggio per la non omologazione di “casta”, lasciando il costo di un chilo di pane a 2 euro.

Ed è proprio in questi forni, che invitiamo i consumatori ad acquistare il pane (presto daremo la lista dei forni della Piana di Gioia Tauro dove il pane è rimasto al prezzo conveniente di 2 euro al kg a tutela dei consumatori). Spero che questi rincari non creino situazioni come quelle verificatesi all’inizio di quest’anno in nord Africa, dove rincari hanno provocato la rivolta dei cittadini alimentando scontri e provocando morti, così’ come successe alla fine del XIX secolo a Milano per la “guerra del pane”, provocando centinaia di feriti e decine di morti. Sarebbe opportuno che i sindaci dei comuni interessati agli aumenti del pane alzassero la propria voce così come hanno già fatto quelli di Cinquefrondi, Melicucco e Polistena, quest’ultimo addirittura (e giustamente) ha invitato i cittadini di andare ad acquistare il pane nei forni dove l’aumento non c’è stato. Con un po’ di buon senso e di sacrificio congiunto forse qualcosa di positivo potrebbe arrivare, ma se ci sarà il muro contro muro ed il guadagno spropositato a tutti i costi, il risultato sarà sempre a discapito solo ed esclusivamente delle povera gente.  

lalanternadidiogene@approdonews.it