Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), TUESDAY 27 OCTOBER 2020

Torna su

Torna su

Notizie Popolari

 
 

Jole è morta, è tutto sotto controllo La riflessione e il ricordo dello scrittore Michele Caccamo

Jole è morta, è tutto sotto controllo La riflessione e il ricordo dello scrittore Michele Caccamo

Quelli rimasti fuori dalla morte adesso saltano. E hanno fame e sete. Si stanno lasciando alle spalle il grano nudo di Jole. Lei è stata una lucina rimasta da decifrare.
La Calabria ha sempre avuto un futuro tinto di sporco, anche quando spiegava le vele e le bandiere, anche quando d’improvviso sembrava che tutti quanti potessimo sconfiggere il demonio. Alla fine, ognuno di noi tornava da solo in casa.
La Calabria è fatta di un’orribile folla di nani. E non sono tantissime le braccia pronte a ripulire lo sterco.
Jole era un fulmine nero sopra chiunque tramasse il malaffare, aveva la rogna. Quelli che le stavano attorno sapevano che sarebbe finita, le preparavano ogni giorno un campo di battaglia sperando di vederla stravaccare.
La Calabria è da sempre fatta di vestimenti luttuosi, di piombo messo in bocca. È fatta di traditori che ti si posano in testa pur di schiacciarti. È fatta di scavalchi, di cagnare per coprire gli inganni.
La Calabria è un carbone ardente. Jole ci ballava sopra, sapeva che la vita non l’avrebbe inchiodata in questo delirio.
Domani si alzeranno tutti in piedi, allestiranno il pranzo, i più viscidi scivoleranno ai piedi di chiunque. Domani daranno le carte, poi gli ori, poi le bacchette di marmellata per gli esclusi.
Domani batteranno i piedi, lasceranno i tacchi sul corpo di Jole.
La Calabria andrebbe stretta per la testa. Qualcuno prima o poi dovrà pur essere capace di friggere la gramigna, di mandare al battesimo solo le anime pure, di spezzare il collo ai malandrini.
La Calabria andrebbe messa in un tunnel e lanciata nel cielo del bello.
Jole ha tentato di lasciare un sogno felice, ha tentato di evitare che sulla Regione cascasse il solito deprimente arrivismo.
Jole è appena morta e tutto freme. La stanno già ricoprendo di manifesti elettorali.
La Calabria tiene sempre tutto sotto controllo.

Change privacy settings