Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), DOMENICA 03 MARZO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Incidente ferroviario in Calabria. La capotreno Maria Pansini: Una vita spezzata, lascia una figlia Sul suo profilo social l'amore per il cibo, le tradizioni e Padre Pio. Il sindaco di Catanzaro Nicola Fiorita proclamerà il lutto cittadino, "Mi stringo al dolore della famiglia"

Incidente ferroviario in Calabria. La capotreno Maria Pansini: Una vita spezzata, lascia una figlia Sul suo profilo social l'amore per il cibo, le tradizioni e Padre Pio. Il sindaco di Catanzaro Nicola Fiorita proclamerà il lutto cittadino, "Mi stringo al dolore della famiglia"

Di GiLar

Grazie per aver letto questo contenuto, continua a seguirci!!

Un’immane tragedia ha sconvolto una comunità dopo il dramma di quell’incidente di eri sera in cui un treno a tutta velocità si è scontrato contro un camion. Dove nell’impatto mortale hanno perso la vita, la capotreno Maria Pansini e l’autista del camion Said Hannanaoi.
La catanzarese Maria Pansini di 61 anni, la capotreno, era molto conosciuta e stimata da tanti amici e lascia un vuoto immenso, ma soprattutto lascia una figlia.
Sui social molti si sono abbracciati al dolore della figlia esprimendo un vivo cordoglio, con la speranza, rivolta alle autorità, di fare piena luce sull’accaduto.
Il sindaco di Catanzaro Nicola Fiorita ha espresso la sua vicinanza alla figlia di Maria Pansini definendo la capotreno “una persona le cui doti umane e professionali stanno emergendo evidenti nelle tantissime testimonianze di queste ore” ed esprimendo il cordoglio suo e di tutta la città di Catanzaro ha comunicato che “d’intesa con la giunta, è stato stabilito che nel giorno dei funerali, non ancora fissati, verrà proclamato il lutto cittadino”.
Intanto è stata recuperata la scatola nera del treno e la Procura di Castrovillari ha aperto un’indagine per cercare di stabilire le dinamiche della tragedia. La Rfi si difende scrivendo che il “passaggio a livello era funzionante”. Una cosa è certa che nell’impatto è stato il treno ad investire il camion e il carburante contenuto ne locomotore ha creato un incendio infernale che ha coinvolto le vetture.
Resta da accertare se il 24enne di origine marocchina Said Hannanaoi, autista del camion, abbia attraversato i binari prima che le aste del passaggio a livello si abbassassero, intrappolandolo e che a quanto dicono Rfi era perfettamente funzionante.
Resta un grande dolore per una tragedia che ha sconvolto un intero territorio calabrese.