Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), SABATO 10 DICEMBRE 2022

Torna su

Torna su

 
 

Grande successo del convegno delle Camere minorili di Locri e Palmi sui minori e lo sport Si è concluso con una grande partecipazione il convegno organizzato dall'Aquilone Camera Minorile di Locri e dalla Camera Minorile di Palmi Malala, e dall’Avv. Leo Stilo, in collaborazione con il Consiglio di Palmi

Grande successo del convegno delle Camere minorili di Locri e Palmi sui minori e lo sport Si è concluso con una grande partecipazione il convegno organizzato dall'Aquilone Camera Minorile di Locri e dalla Camera Minorile di Palmi Malala, e dall’Avv. Leo Stilo, in collaborazione con il Consiglio di Palmi

DI CLEMENTE CORVO

Si è concluso con una grande partecipazione il convegno organizzato dall’Aquilone Camera Minorile di Locri e dalla Camera Minorile di Palmi Malala, e dall’Avv. Leo Stilo, in collaborazione con il Consiglio di Palmi. L’ottimo risultato è frutto di un’intesa tra un team che si è preoccupato di diramare un messaggio fondamentale ovvero i benefici dello sport già in tenera età. Il Convegno si è svolto via webinar, sulla piattaforma ZOOM con una durata di quattro ore ed una partecipazione di circa 250 professionisti. Il Convegno è stato introdotto dall’Avv. Carmelita Alvaro che ha voluto sottolineare la nascita di questo sodalizio, i cui risultati anche al di fuori della formazione stanno avendo un’eco quale sinonimo di crescita professionale, con ferma destrezza, ha introdotto il parterre, iniziando dall’Onorevole Manuela Gagliardi, la quale ha ben evidenziato come la sua attenzione sia alta nei confronti di questo argomento, a tal punto da proporre la modifica all’articolo 32 della Costituzione, in materia di tutela dell’attività sportiva come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività presentato il: 25/03/2022; Modifica all’articolo 61 del codice penale, in materia di circostanza aggravante per delitti commessi in danno di arbitri e giudici di gara nelle manifestazioni sportive. La parola è passata poi all’Avv. Antonino Parisi, Presidente del Coa di Palmi, il quale ha
L’On. Crinò ha ribadito la sua vicinanza e attenzione alle fasce protagoniste del convegno e la sua disponibilità a dare un contributo anche in seno alle funzioni ricoperte e nella stessa direzione è stato l’intervento del Dr. Mimmo Praticò. Infine, l’Avv. Alvaro prima di consegnare il testimone al moderatore, ha introdotto LARA MAGONI, Assessore al turismo, Marketing territoriale e Moda Regione Lombardia, ex sciatrice alpina e dirigente sportiva italiana, la cui testimonianza si è contraddistinta per il grido di dolore verso l’aumento dei casi di suicidio in una gioventù priva di stimoli e proiettata solo in ambiente tecnologico.
L’Avv. Francesca Speziali, con padronanza ed eloquio chiaro ma forbito, ha introdotto i relatori, iniziando dall’Avv. Maurizio Condipodero – Presidente CONI Calabria, il quale si è soffermato più nell’aspetto etico e sociale del diritto dei minori a praticare lo sport, mente la Dott.ssa Laura Vincenza Amato, Magistrato Tribunale Locri, nel trattare l’argomento del tesseramento, ha sottolineato le lacune legislative, malgrado recenti riforme, e la necessità di un intervento organico. La Prof.ssa Angela Busacca, DOCENTE DI DIRITTO SPORTIVO presso il Dipartimento di Giurisprudenza ed Economia dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, ha trattato la responsabilità sportiva, con particolare riguardo alla differenza tra responsabilità contrattuale ed extracontrattuale. Mentre l’Avv. Rosella Tassone, membro dell’Aquilone – Camera Minorile di Locri, nel suo intervento ha rimarcato come gli abusi sessuali, in questo ambito, siano spesso un’insidia nascosta e il grado di attenzione deve essere alto soprattutto in termini di attenzione da parte dei genitori. Il convegno è stato concluso dall’Avv. Maria Carmela Callà, Presidente dell’Aquilone – Camera Minorile Locri che riportando il principio a non essere campione, coniato da molte carte dei diritti del bambino emanato da molte federazioni, secondo il quale lo sport deve essere vissuto per i suoi benefici e non come possibilità di generare un eventuale campione. Il convegno ha perseguito l’interesse primario di sensibilizzare gli ascoltatori e sottolineare l’importanza dello sport in termini di funzione sociale anche in termini di aggregazione, di salute, ma anche d’inclusione. Lo sport rappresenta una strategia di prevenzione, produce benessere individuale e maggiore ricchezza collettiva.