Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), TUESDAY 27 OCTOBER 2020

Torna su

Torna su

Notizie Popolari

 
 

Fedele(Pdl): “Va dato atto dell’ottimo lavoro dei magistrati e delle forze dell’ordine contro la criminalità”

Fedele(Pdl): “Va dato atto dell’ottimo lavoro dei magistrati e delle forze dell’ordine contro la criminalità”

Il  capogruppo del Pdl che oggi “in rappresentanza del presidente Scopelliti” ha preso parte all’inaugurazione dell’anno giudiziario a Reggio Calabria

Fedele(Pdl): “Va dato atto dell’ottimo lavoro dei magistrati e delle forze dell’ordine contro la criminalità”

Il  capogruppo del Pdl che oggi “in rappresentanza del presidente Scopelliti” ha preso parte all’inaugurazione dell’anno giudiziario a Reggio Calabria

 

 

CATANZARO – “Va dato atto dell’ottimo lavoro dei magistrati e delle forze dell’ordine contro la criminalità”. Lo asserisce l’onorevole Luigi Fedele, capogruppo del Pdl che oggi “in rappresentanza del presidente Scopelliti” ha preso parte all’inaugurazione dell’anno giudiziario a Reggio Calabria. Secondo Fedele: “La relazione del presidente della Corte d’appello del distretto di Reggio Calabria Luigi Gueli ed i riferimenti a specifiche criticità del territorio fatti dal procuratore generale Salvatore Di Landro e  dal  procuratore  Giuseppe Pignatone,  debbono essere per la politica uno sprone per fare di più. Oggi, tuttavia – puntualizza Fedele –   possiamo sostenere che,  grazie a una serie di positive convergenze che vedono il Governo Berlusconi   insieme alla Regione guidata dal presidente Scopelliti, che ha già legiferato su importanti materie mentre su altre  si appresta a legiferare  nella seduta del 22 febbraio, c’è la speranza di poter voltare pagina”. Ancora il capogruppo del Pdl: “Le leggi da noi  già approvate in Consiglio regionale, in questa legislatura che il presidente Talarico ha  improntato ai temi della legalità e della trasparenza;  l’istituzione dell’Agenzia regionale per i beni confiscati; il provvedimento adottato  con il Bilancio 2011  con cui sono stati individuati, mediante l’attivazione dei mutui, finanziamenti per 14 milioni di euro,  risorse  da destinare al comparto della sicurezza e le leggi che saranno approvate  a breve, penso al  sostegno all’imprenditoria vessata dalle ‘ndrine, la costituzione della Regione  in giudizio nei processi di mafia e il varo della legge, già licenziata dalla Commissione antimafia,  con cui s’ introduce  il  conto corrente unico, congiuntamente  alle misure idonee per rafforzare le garanzia della legalità e della trasparenza nelle procedure degli appalti pubblici come  previsto dal  Parlamento con il  Piano straordinario contro le mafie, sono la dimostrazione di un decisivo cambio di passo della politica. Insieme, magistrati, forze dell’ordine, Governo, Regione e sistema degli enti locali, sostenuti dal risveglio della società civile che ci auguriamo possa diventare sempre più vigile, abbiamo l’occasione di rimettere la Calabria nella carreggiata della legalità. Ognuno faccia la propria parte e i risultati saranno ancora più incoraggianti”.

rp                                                                 L’Ufficio Stampa

 

Change privacy settings