Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), SABATO 25 MAGGIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Dopo l’assoluzione, Domenico Romeo in corsa per (ri)tentare l’elezione a Sindaco della città di Taurianova? Dalle prime indiscrezioni miste a “rumors” nonché “boatos” di appartenenza, sembra che le grandi manovre sono già iniziate

Dopo l’assoluzione, Domenico Romeo in corsa per (ri)tentare l’elezione a Sindaco della città di Taurianova? Dalle prime indiscrezioni miste a “rumors” nonché “boatos” di appartenenza, sembra che le grandi manovre sono già iniziate

Di GiLar

Tutto iniziò in quel freddo e piovoso dicembre del 2017, quando a Taurianova scoppiò un’imponente operazione denominata “Terramara-Closed” della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Reggio Calabria che portò agli arresti 48 persone, tra questi quello che fece più scalpore fu quello dell’ex sindaco di Taurianova Domenico Romeo, eletto per ben due volte alla carica di primo cittadino, nel 2007 e nel 2011. In entrambi i casi il suo mandato fu interrotto prima della scadenza naturale. Nella prima perché sfiduciato da alcuni suoi Consiglieri Comunali di maggioranza insieme all’opposizione dell’epoca e subito dopo si insediò con un commissariamento prefettizio in corso, la Commissione d’acceso antimafia che ne decretò lo scioglimento per infiltrazioni mafiose nel 2009. Nel 2011 dopo appena due dall’insediamento, lo stesso copione con l’invio della Commissione d’accesso antimafia e il conseguente secondo scioglimento per mafia nel 2013.
A distanza di dieci anni da quel scioglimento, ieri sera, Domenico Romeo e dopo un iter giudiziario iniziato nel 2017 e durato sei anni, la Suprema Corte di Cassazione lo “assolve” rendendolo un uomo libero con l’annullamento senza rinvio perché il fatto non sussiste. Romeo era stato condannato in Appello nell’aprile del 2021 a nove mesi e dieci giorni per “tentato abuso d’ufficio”, mentre era stato assolto dalla stessa Corte per altri due abusi d’ufficio.
Queste le vicende giudiziarie, ma quello che adesso a noi interessa come una saga “political curiosity”, cosa farà Domenico Romeo da uomo libero, da questo momento fino alle prossime elezioni comunali di Taurianova?
Se dovessimo azzardare una previsione sarebbe quella che Domenico Romeo sta lavorando da tempo alla sua terza (ri)candidatura a sindaco della città, e lo pensiamo anche con margini di sensazioni acclarate dai “piccioni viaggiatori” che vagano negli angoli della città, come anche dai rumors amplificati dai suoi più stretti alleati che Domenico Romeo sarà candidato a sindaco di Taurianova alle prossime elezioni. Anzi, azzardiamo ancora, ha già una buona parte di seguaci da inserire nelle future liste e che dai nomi potrebbero cambiare gli equilibri politici della città.
Domenico Romeo ha intenzione di candidarsi e di questo ne siamo certi, in quelle che saranno le elezioni comunali della primavera del 2026 (nella scadenza naturale), occorre capire con quale sistema elettorale si andrà a votare se con quello con il doppio turno o invece con un turno secco per i Comuni sotto i 15 mila abitanti. Ma in ogni caso, la macchina organizzativa è già in funzione, avulsa da tattiche, il dire e non dire e tatticismi d’antan… E in fondo una rivincita politica, al di là di ogni opinione politica di sorta e indipendente dalle idee o posizioni politiche, Domenico Romeo, forse la meriterebbe, per ora attendiamo ulteriori (e sicuri) sviluppi.