Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), SABATO 22 GIUGNO 2024

Torna su

Torna su

 
 

De Caridi interroga l’assessore alla pubblica istruzione per il debito nei confronti della Fism

| Il 01, Lug 2012

Se non risolto a breve, potrebbe comportare la cessazione dei servizi di mensa, trasporto e accoglienza per i bambini delle scuole materne con i relativi disagi per le rispettive famiglie

De Caridi interroga l’assessore alla pubblica istruzione per il debito nei confronti della Fism

Se non risolto a breve, potrebbe comportare la cessazione dei servizi di mensa, trasporto e accoglienza per i bambini delle scuole materne con i relativi disagi per le rispettive famiglie

 

 

Il Consigliere comunale Idv-PdcI, Aldo De Caridi, ha presentato una interrogazione al Sindaco Arena e all’assessore alla pubblica istruzione per sapere quali provvedimenti intendano intraprendere per appianare l’enorme debito nei confronti della FISM e che tempi prevedano per la risoluzione del problema che, se non risolto a breve, potrebbe comportare la cessazione dei servizi di mensa, trasporto e accoglienza per i bambini delle scuole materne con i relativi disagi per le rispettive famiglie. Mi preme sottolineare- scrive De Caridi nell’interrogazione- che per l’anno 2010/2011, la Fism ha garantito i suddetti servizi per ben 1728 bambini delle materne come da convenzione n° 21 del 22/12/2010 e l’impegno del comune per garantire questo servizio era di circa 1.069.524 Euro e che allo stato attuale risulta essere saldata meno della metà del corrispettivo. Secondo l’accordo intercorso tra le parti, ci risulta che l’intero importo sarebbe dovuto essere stato versato nei primi quindici giorni dell’anno scorso e a questo debito si aggiunge quello maturato nell’anno in corso per i servizi resi a 1810 bambini. La preoccupazione che questo servizio possa essere sospeso è altissima e dunque, sollecito urgentemente il Sindaco, l’assessore e gli uffici ad affrontare concretamente il problema e a dare risposte immediate.

redazione@approdonews.it