Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), LUNEDì 15 LUGLIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

D’Agostino: “Puntare allo sviluppo delle aree costiere” Per il vice presidente del Consiglio regionale è necessario puntare "sulla pesca sostenibile come motore di una crescita complessiva dei territori"

D’Agostino: “Puntare allo sviluppo delle aree costiere” Per il vice presidente del Consiglio regionale è necessario puntare "sulla pesca sostenibile come motore di una crescita complessiva dei territori"
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

“Abbiamo il dovere di guardare con grande attenzione alle politiche concertate tra territori ed Europa in tema di sviluppo sostenibile delle coste e delle loro straordinarie risorse, garantendo tutto il sostegno necessario affinché gli interventi siano finalmente decisivi e capaci di superare le criticità attuali”.
Lo ha affermato il vice presidente del Consiglio regionale Francesco D’Agostino in apertura del 2° meeting di Cooperazione transnazionale progetto “Shades” organizzato dal gruppo di azione costiera “Dello Stretto” sulla questione degli “Approcci allo Sviluppo sostenibili ed olistici nelle Coste europee”. Il progetto “Shades”, che rientra nell’ambito del “Piano di sviluppo locale” finanziato dal Fondo europeo per la pesca, coinvolge anche i Gac della Spagna, della Polonia e della Lituania. “Un fatto, questo – ha puntualizzato D’Agostino – che sottolinea il potenziale positivo della Calabria nei percorsi europei di cooperazione per lo sviluppo. Quando si affrontano temi legati allo sviluppo locale – ha spiegato Francesco D’Agostino – è necessario mettere in campo concretezza e visione d’insieme. Dopo anni caratterizzati da tante, troppe parole, sono certo che questa Amministrazione regionale saprà aprire una nuova fase di rilancio per la Calabria. In riferimento alle azioni specifiche per lo sviluppo delle aree costiere – ha proseguito – l’urgenza è approcciare le questioni aperte con percorsi di gestione integrata, puntando sulla pesca sostenibile come motore di una crescita complessiva dei territori. In questo percorso virtuoso – ha aggiunto il vice presidente del Consiglio regionale – si innesta il lavoro importante che i gruppi di azione costiera calabresi stanno svolgendo, aprendo nuovi circuiti di confronto e conoscenza grazie alla cooperazione fruttuosa con altre realtà dell’Unione Europea. Per queste ragioni – ha concluso D’Agostino – va apprezzato e sostenuto il lavoro di sinergia messo in campo dall’associazione dei Gac calabresi, dal suo presidente Antonio Alvaro, dall’Autorità per la gestione del Fondo Europeo per la pesca e dal Dipartimento regionale delle risorse agricole e forestali coordinato dal dirigente Carmelo Salvino”.