Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), GIOVEDì 20 GENNAIO 2022

Torna su

Torna su

 
 

Crotone sanità, Alekos: oncologia non assicura prestazioni

Crotone sanità, Alekos: oncologia non assicura prestazioni

In particolare, l’Associazione ha segnalato le disfunzioni di Medicina d’urgenza e Pronto Soccorso

Crotone sanità, Alekos: oncologia non assicura prestazioni

In particolare, l’Associazione ha segnalato le disfunzioni di Medicina d’urgenza e Pronto Soccorso

 

(ASCA) – Crotone, 8 set – I temi della sanita’ terriotoriale sono sati esaminati da una delegazione dell’Associazione Alekos, guidata dal Presidente Luigi Siciliani, che ha incontrato il commissario dell’Asp di Crotone, Rocco Nostro.

”Incontro molto costruttivo – si legge in una nota – in cui il commissario si e’ dimostrato molto sensibile e disponibile alle problematiche sottoposte dall’Associazione.

In particolare, l’Associazione ha segnalato le disfunzioni di Medicina d’urgenza e Pronto Soccorso. ”E’ sotto gli occhi di tutti che la suddivisione tra le fasce d’urgenza e’ di fatto disapplicata per motivi strutturali- logistici ed organizzativi; divisione di Chirurgia Generale lasciata allo sbando senza un primariato; liste di attesa da tempi biblici per visite specialistiche e indagini strumentali. Per una mammografia addirittura, bisogna aspettare circa un anno.

Altro che prevenzione; carenze strutturali e logistiche che riguardano sia il settore dei prelievi che le visite di accertamento di invalidita’ che configurano servizi da terzo mondo”. L’Associazione, inoltre, segnale ”le ripetute interruzioni di servizio di radiologia e Tac, che costringono pazienti ricoverati a recarsi in pigiama presso strutture private convenzionate”.

”Un capitolo a parte merita l’oncologia, che nonostante l’impegno, non assicura il ciclo di cura, in quanto non e’ attrezzato per la radioterapia e costringe i malati di tumore ad emigrare presso altre strutture”.

”A fronte di insufficienze consolidate – dice l’Associazione – vi sono alcuni reparti che ben supportati ed incrementati potrebbero rappresentare punti di eccellenza come la Pediatria, Nefrologia, Rianimazione, Terapia Intensiva, Gastroenterologia e Centro Trasfusionale.

L’Associazione Ale’kos, porta avanti queste proposte, nell’interesse dei cittadini, pur tenendo conto della delicatezza di questa fase, del quadro in cui versa la sanita’ calabrese e lo sforzo che questa nuova giunta regionale e il commissario stanno facendo per renderla piu’ efficiente”.