Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), SABATO 20 LUGLIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Cosenza, scontro Pd-Pdl sul piano casa

Cosenza, scontro Pd-Pdl sul  piano casa

| Il 04, Gen 2011

Bruno Villella (Pd): “Invito pubblicamente il Coordinamento Cittadino del PdL di Cosenza a chiarire quali sono le imprese e gli esponenti della sinistra, che per favorire i quali, sarebbe stato redatto un Piano Casa poco trasparente e confuso”

Cosenza, scontro Pd-Pdl sul  piano casa

Bruno Villella (Pd): “Invito pubblicamente il Coordinamento Cittadino del PdL di Cosenza a chiarire quali sono le imprese e gli esponenti della sinistra, che per favorire i quali, sarebbe stato redatto un Piano Casa poco trasparente e confuso”

 

COSENZA – Da qualche giorno sui muri della città, infatti, è apparso un manifesto a firma del Coordinamento Cittadino del PdL che tenta di dare risposte giustificative e posticce in merito alle gravi responsabilità della Giunta Regionale Scopelliti sui problemi circa la mancata realizzazione del nuovo ospedale e dei contratti di quartiere a Cosenza, che il PD da più tempo ha denunciato sia a livello istituzionale che politico. Non è nel merito delle deboli argomentazioni sostenute dal PdL nei confronti delle precise e circostanziate prese di posizione del PD che intendo intervenire, bensì sul modo subdolo e insinuante in cui nel manifesto si fa riferimento a rapporti d’interessi  tra imprenditori e politici, impedendo così nei fatti un civile e democratico confronto politico tra maggioranza ed opposizione. Non ci sto e non accetto le basse insinuazioni contenute nel manifesto circa presunti ed oscuri interessi  tra esponenti del Centrosinistra ed imprese private. Questo modo barbaro e calunnioso di ridurre il confronto politico ad interessi di bottega ed a corruttela, accentua ancora di più il distacco dei cittadini dalla politica e dalle istituzioni e  rende più debole e vulnerabile la democrazia. Se il Coordinamento del PdL Cittadino è a conoscenza di interessi e legami poco chiari tra politica ed imprenditoria non deve fare allusioni nel tentativo malsano di zittire e ridurre al silenzio l’opposizione, ma, fugando ogni possibile complicità e atteggiamenti omertosi, deve rivolgersi alla magistratura e denunziare in maniera precisa e circostanziata fatti e uomini, perché su questo terreno non esistono mezze verità. Porterò sino in fondo ed a ogni livello la mia battaglia politica sui temi della trasparenza e del rigore perché ritengo che sia nell’interesse di tutti liberare la politica e le istituzioni dalla palude melmosa dell’insinuazione, per ridare fiducia ai cittadini calabresi.