Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), MARTEDì 21 MAGGIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Consiglio Comunale Taurianova, questione Poliambulatorio, Biasi, “Non sono io il volgare né vigliacco” Tiene ancora banco la questione dello spostamento del Poliambulatorio specialistico e del botta e risposta tra il capogruppo del Pd Simone Marafioti e il sindaco, dove ha ripreso la questione l’ex sindaco Fabio Scionti. E intanto vengono votati tutti i sei punti all’Odg compreso l’annullamento delle cartelle esattoriali fino a mille euro dal 2000 al 2015

Consiglio Comunale Taurianova, questione Poliambulatorio, Biasi, “Non sono io il volgare né vigliacco” Tiene ancora banco la questione dello spostamento del Poliambulatorio specialistico e del botta e risposta tra il capogruppo del Pd Simone Marafioti e il sindaco, dove ha ripreso la questione l’ex sindaco Fabio Scionti. E intanto vengono votati tutti i sei punti all’Odg compreso l’annullamento delle cartelle esattoriali fino a mille euro dal 2000 al 2015

Torna a riunirsi dopo quasi tre mesi il Consiglio Comunale di Taurianova e lo fa con sei punti all’ordine del giorno. Tra questi la votazione, all’ultimo punto, dell’annullamento “automatico dei debiti di importo residuo fino a mille euro risultanti dai singoli carichi affidati agli agenti della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2015”.
Tutto pronto, outfit in ordine, il vicesindaco Caridi in cravatta e si inizia subito con i “preliminari”, e prende la parola l’ex sindaco Fabio Scionti, “Oramai il consiglio possiamo fare pure a meno di convocarlo visto che l’ultimo è stato tre mesi fa”, esordisce così l’esponente di Azione, “Discuteremo del nulla”. Scionti difende il consigliere dem Simone Marafioti sui modi di risposta del sindaco Biasi, la polemica riguardava la questione del Poliambulatorio e il battibecco tra il Capogruppo Pd e il sindaco e che “Non si può accettare la risposta di un sindaco a delle problematiche” e che ormai è stata annientato il dibattito politico”. Non ci sono altri interventi e prende la parola il sindaco Biasi, “Non mi meraviglia la difesa di Scionti”. Il sindaco parla di aver buttato un argomento che non si conosce, “con l’intenzione di dirlo sapendo che non è vero nulla”. Continua Biasi, “Ho risposto a Marafioti perché ha detto una marea di baggianate, insinuando dei dubbi che non esistono”. E parlando del Poliambulatorio parla che tutto nasce da un’ispezione dei Nas e che ha degli impianti fatiscenti compresa la “staticità dell’immobile” vista la carenza manutenzione che dura da molti anni. E che poteva “venire il consigliere Marafioti e difendersi da solo”. Sul Poliambulatorio occorreva investire una somma enorme e che si è ottenuto due strutture per un valore di un milione e mezzo di euro, e quindi voleva dire investire una grossa somma per mettere a norma di sicurezza e non era il caso e che “quel palazzo è dell’Asp e non del Comune”. Biasi continua, “Marafioti invece di lodare l’Amministrazione l’ha gratuitamente attaccata (…) Se non ci fosse stato io in una riunione, il Centro Territoriale non sarebbe arrivato”. E che, “Questa Amministrazione è orgogliosa per quello che ha fatto, facendo gli auguri al nuovo responsabile, dott. Demetrio Quattrone”.
Si inizia con l’approvazione dei punti all’Odg che ricordiamo sono sei e man mano si arriva all’approvazione sulla gestione associata della segreteria comunale con i comuni di Molochio, San Roberto e Taurianova (secondo punto), e in merito interviene Scionti dichiarando la sua contrarietà in quanto il “Comune di Taurianova ha bisogno di un segretario comunale a tempo pieno e che voterà contrario. E che se Biasi accetta non ha bisogno del segretario”.
Prende la parola Biasi, “Noi abbiamo visioni differenti, Scionti è per la quantità noi per la qualità e che sia una questione di organizzazione e lavorare in contesti differenti”. In merito alle scarse convocazioni dei Consigli Comunali il sindaco rispondendo a Scionti, parla di “razionalizzazione degli atti e che sia un merito sia dell’Amministrazione che dei dirigenti in materia di efficienza”.
Si passa a una delle due variazioni di bilancio e in merito relaziona il responsabile dell’area economica Giuseppe Crocitti spiegando tecnicamente tale atto amministrativo.
Prende la parola Scionti chiedendo se sui Cis sono proposte o finanziamento. Biasi intervenendo chiarisce che occorreva prendere dei provvedimenti anche utilizzando i fondi del Pnrr e che ne “abbiamo già avuto dei finanziamenti, soprattutto per quanto riguarda l’impianto idrico che presenta molte fragilità sul territorio”.
Riprende la parola Scionti, “Il sindaco parla di ciclo integrato, mentre si legge solo di idrico e che dovrebbe essere dettagliato nel titolo e che spera che Taurianova prenda il finanziamento. E che Taurianova non è l’unico Comunale a presentare un progetto di 9 milioni e mezzo di euro, ma tantissimi altri comuni. E che tale cifra sembra esorbitante”.
Prende la parola il consigliere di Forza Italia Nello Stranges, parlando della variazione di bilancio, di interpretare meglio la questione in quanto si potrebbe confondere che non si tratta di un’entrata, ma di una richiesta di finanziamento per far capire meglio i cittadini. Il punto passa e si passa all’altra variazione di bilancio, dopo la spiegazione del responsabile dell’area economica, si vota e passa anche il quarto punto sulla variazione di bilancio. E così via per i “debiti fuori bilancio”, e spiega il sindaco che si tratta di spese legali e somme che vengono richieste per delle questioni soccombenti per il Comune.
Si passa al sesto punto all’Odg che riguarda una presa di posizione importante del Comune, ovvero, “L’Annullamento automatico dei debiti di importo residuo fino a mille euro risultanti dai singoli carichi affidati agli agenti della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2015” e sul punto prende la parola Biasi che dichiara di “tenerci particolarmente in quanto si tratta di una vera scelta politica d’accordo con l’area finanziaria, aderire a due finestre in merito all’adesione di dare la possibilità ai cittadini di togliere interessi e sanzioni”, poi è venuta fuori di estendere l’annullamento per tutte le cartelle e quindi del tributo fino a mille euro (…) nella speranza di un reset e che l’auspicio arriva successivamente una pietra sul passato da parte dei cittadini e iniziare a pagare i tributi a partire dal 2015, in maniera tale il contribuente non si sente vessato. Annunciando nuovi criteri sui parametri di pagamento sulla Tari in merito alla tariffazione mensile o bimestrale. Per pagare effettivamente quello che consuma”.
Prende la parola il consigliere forzista Stranges che dichiara di condividere la scelta politica del sindaco e chiedendo se sulla proposta verrà fatta pubblicità, Biasi risponde che va tutto in automatico.
Si vota, deliberata e si chiude il Consiglio Comunale dopo poco più di un’ora, alla prossima (quando?), intanto Buona Pasqua e anticipiamo (non si sa mai) anche il Buon Ferragosto…

(GiLar)