Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), MONDAY 30 NOVEMBER 2020

Torna su

Torna su

Notizie Popolari

 
 

Cittanova, Cosentino, i positivi sono 71. Si sono aggiunti ulteriori 26 Il sindaco della città in un video social ha voluto ribadire alcuni concetti, dai positivi ai cimiteri fino a raccomandare la cittadinanza a restare a casa

Cittanova, Cosentino, i positivi sono 71. Si sono aggiunti ulteriori 26 Il sindaco della città in un video social ha voluto ribadire alcuni concetti, dai positivi ai cimiteri fino a raccomandare la cittadinanza a restare a casa

Il sindaco di Cittanova Francesco Cosentino, in un video social, ribadisce la sua posizione di quarantena volontaria, essendo venuto a contatto con un soggetto positivo e che è “tutto a posto”.
Poi ha parlato dei positivi, affermano che sono 42 ed a questi vanno aggiunti 26 che sono “figlie del tracciamento con i laboratori privati”, così facendo il numero complessivo dei dati dei positivi sono 71 (compresi i guariti”. “Numeri che crescano di giorno in giorno”, nei fatti afferma che “è saltato il tracciamento”. “Il quadro della situazione è saltato”.
Poi facendo un riferimento alla questione dell’ex commissario Cotticelli, parlando della manifestazione con i sindaci di ieri a Reggio Calabria, si era chiesto di una nomina fino all’emergenza Covid, come l’aumento delle terapie intensive per potenziare il centro Covid regionale.
Domani ci sarà un nuovo appuntamento per stabilire il punto della situazione in quanto sono problemi che si protraggono da decenni, e i sindaci “meglio degli altri conoscono la realtà territoriale”.
Inoltre il sindaco ha chiesto in caso di funerali di “evitare stretti di mano” e che ci siano solo i familiari stretti, in quanto “siamo in zona rossa, in un momento di grande difficoltà”, ed ancora, “nel massimo del rischio” ed uscire solo per motivi essenziali e bisogna “restare a casa”. Se i comportamenti rispetteranno le regole non si prolungherà la zona a rischio alto.
Parlano poi la questione cimiteri di evitare gli assembramenti nei luoghi sacri. E siccome un piano di sicurezza prevedevano “due entrate e due uscite”, cui non c’erano le condizioni per poterle realizzare anche in virtù della carenza del personale addetto al controllo. Ed ecco la scelta di chiusura nei giorni della commemorazione dei defunti. Ma adesso grazie a quella scelta, adesso i cimiteri a Cittanova sono aperti, a differenza di Taurianova che ha fatto tutto il contrario, aperto nei giorni della “commemorazione” e chiusi adesso (sic!).
Chiude il suo discorso, perché dispiaciuto di alcune polemiche dalle quali hanno fatto seguito delle interrogazioni ai quali lo stesso sindaco ha dichiarato che risponderà entro domani mattina.
Il Centro Operativo Comunale è aperto da marzo del 2020 “e non è mai stato chiuso”.
“ognuno si deve carico del momento di difficoltà, senza chiedere il consenso facile. Siamo in piena pandemia”. E la crescita dei numeri, chiude, dipende dai comportamenti di tutti.
Conclude con un appello, “rimanete a casa, state a casa e forse tra 20 giorni allentare una serie di provvedimenti”.
(GiLar)

Change privacy settings