Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), SABATO 25 MAGGIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Caccia: Lipu,valutiamo ricorso Tar su calendario venatorio

Caccia: Lipu,valutiamo ricorso Tar su calendario venatorio

Monta la polemica sulla apertura anticipata della stagione al 1 settembre

 

programma dal primo settembre colpirà specie in un momento in
cui hanno appena terminato la nidificazione mettendo così a
rischio le popolazioni”. A denunciarlo è la Lipu-BirdLife
Italia alla vigilia delle preaperture prevista per domani in
Calabria ed in altre regioni italiane.
“A fermare invece l’anticipo – aggiunge – della stagione
venatoria della Campania ha provveduto ieri il Tribunale
amministrativo regionale poiché la regione non è dotata di
piano faunistico. In Calabria la preapertura aiuterà i
bracconieri, specialmente quelli che sparano ai falchi migratori
e le quaglie. Oltretutto in Calabria il calendario venatorio
approvato dalla Giunta Scopelliti presenta ancora elementi di
illegittimità, come la possibilità di sparare al Tordo
bottaccio ed alla Beccaccia fino al 19 gennaio ed al Tordo
sassello fino al 30 gennaio 2012 (anziché fino al 10, come
previsto dalla legge), per cui è probabile un nuovo ricorso
della Lipu al Tar”.
Il Presidente della Lipu-BirdLife Italia, Fulvio Mamone
Capria, ha evidenziato che “sparare a inizio settembre vuol
dire colpire popolazioni di animali che hanno appena terminato
di nidificare, perché gli uccelli migratori provenienti dal
Nord Europa arriveranno solo a fine settembre. Un grave rischio,
dunque, per la tutela di popolazioni che si trovano in un
delicato momento del loro ciclo riproduttivo”.

Caccia: Lipu,valutiamo ricorso Tar su calendario venatorio

Monta la polemica sulla apertura anticipata della stagione al 1 settembre

 

 CATANZARO, 31 AGO – “La preapertura della caccia in programma dal primo settembre colpirà specie in un momento incui hanno appena terminato la nidificazione mettendo così arischio le popolazioni”. A denunciarlo è la Lipu-Bird LifeItalia alla vigilia delle preaperture prevista per domani in Calabria ed in altre regioni italiane.   “A fermare invece l’anticipo – aggiunge – della stagionevenatoria della Campania ha provveduto ieri il Tribunale amministrativo regionale poiché la regione non è dotata di piano faunistico. In Calabria la preapertura aiuterà i bracconieri, specialmente quelli che sparano ai falchi migratorie le quaglie. Oltretutto in Calabria il calendario venatorio approvato dalla Giunta Scopelliti presenta ancora elementi di illegittimità, come la possibilità di sparare al Tordobottaccio ed alla Beccaccia fino al 19 gennaio ed al Tordosassello fino al 30 gennaio 2012 (anziché fino al 10, comeprevisto dalla legge), per cui è probabile un nuovo ricorsodella Lipu al Tar”.   Il Presidente della Lipu-Bird Life Italia, Fulvio Mamone Capria, ha evidenziato che “sparare a inizio settembre vuoldire colpire popolazioni di animali che hanno appena terminato di nidificare, perché gli uccelli migratori provenienti dal Nord Europa arriveranno solo a fine settembre. Un grave rischio,dunque, per la tutela di popolazioni che si trovano in undelicato momento del loro ciclo riproduttivo”.