Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), VENERDì 19 APRILE 2024

Torna su

Torna su

 
 

A Gioia Tauro la grande mobilitazione di piazza Per dire al Governo di rimuovere i commissari che hanno fallito nella gestione della sanità Ovazione alla lettura del messaggio del primario della cardiologia di Polistena Enzo Amodeo, tartassato negli ultimi periodi dal commissario dell’Asp Ganluigi Scaffidi

A Gioia Tauro la grande mobilitazione di piazza Per dire al Governo di rimuovere i commissari che hanno fallito nella gestione della sanità Ovazione alla lettura del messaggio del primario della cardiologia di Polistena Enzo Amodeo, tartassato negli ultimi periodi dal commissario dell’Asp Ganluigi Scaffidi

Tantissima gente alla mobilitazione popolare organizzata dal sindaco di Gioia Tauro Aldo Alessio a cui hanno aderito quasi tutti i sindaci della piana di Gioia Tauro guidati dal sindaco di Cittanova e Scido Cosentino e Zampogna. Alla manifestazione erano presenti le associazione più attive sul territorio. Presente anche il vescovo Milito. Dei consiglieri regionali , tra nuovi e vecchi, era presente solo Amalia Bruni. In compenso tantissima gente ed è quello che conta…Aldo Alessio ha puntato il dito contro i commissari che si sono succeduti negli ultimi anni che hanno provocato solo danni abbandonando i cittadini al proprio destino. Una vergogna per uno Stato civile. Cosentino e Zampogna si sono detti d’accordo con Alessio nel rivendicare una sanità che salva le persone e non li abbandona come ha fatto con il povero cittadino di Gioia Tauro morto nel pronto soccorso gioiese . Stesso filo conduttore per i sindacati e lavoratore portuale che hanno preso la parola dal palco allestito a piazza dell’Incontro. Il vescovo Milito ha dato tutta la sua disponibilità ai sindaci per affrontare una battaglia di civiltà a difesa del diritto alla salute alla vita. Il vescovo di Oppido-Palmi ha rimarcato con non ci devono essere più saccheggi alla casse della sanità . Grande ovazione alla lettura del messaggio del primario della cardiologia di Polistena Enzo Amodeo, oggetto negli ultimi mesi di attacchi sconsiderati dal commissario Asp Gianluigi Scaffidi , Amodeo amatissimo a Polistena per il suo grande impegno nel reparto di cardiologia nel aiutare chi ha bisogno. Nei giorni scorsi il nostro direttore Luigi Longo ha ricevuto una richiesta di risarcimento danni, proprio da Scaffidi per aver difeso il lavoro del dott. Amodeo. A Luigi Longo sono arrivati centinaia di messaggi di solidarietà e di vicinanza per qualsiasi iniziativa per la difesa del diritto alla salute e alla vita . Va ricordato il clima di unità tra tutte le forze politiche per far uscire la nostra sanità dalla gravissima crisi. In questa direzione il messaggio di Luigi De Magistris è stato fuori luogo.

ECCO IL TESTO INTEGRALE DEL DOTT. AMODEO

Cari Tutti.

Parteciperei volentieri e con grande interesse alla manifestazione di sabato 30/10/2021, per protestare e proporre soluzioni indispensabili per migliorare l’offerta sanitaria nel vastissimo territorio pianigiano. Chi conosce le mie battaglie di civiltà ed ha apprezzato l’impegno profuso, finalizzandolo alla crescita culturale e quali-quantitativa delle prestazioni erogate nei confronti di malati che afferiscono, sempre più fiduciosi al P.O. di Polistena, comprende l’incessante volontà di continuare lungo questo virtuoso percorso. Purtroppo, tale impegno e le continue richieste di attivare tutte le procedure necessarie per migliorare, sono state intese come offese e diffamazioni nei confronti del Decisore Pubblico che non ha esitato a esercitare, nei miei confronti, sanzioni disciplinari ed economiche. A causa di queste forme di autoritarismo, degne di uno stato di regime dittatoriale, eviterò di partecipare ad ogni altra forma di protesta e continuerò a svolgere, in silenzio e finchè ne avrò la forza, la mia attività professionale.
Certo della Vostra comprensione, porgo Distinti Saluti.

Enzo Amodeo